Le interviste di Fiorentina-Cagliari

Pioli: «Poco concreti». Andrea Della Valle: «A testa bassa per Torino»

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Sport, Top News

Stefano Pioli in sala stampa

FIRENZE  – Stefano Pioli ammette il passo falso, ma giustifica la squadra: «Nel primo tempo l’abbiamo gestita bene nonostante il vento. la squadra è stata compatta e ordinata per tutta la partita. Il rimpianto rimane di aver preso quel gol con la difesa piazzata. Abbiamo provato fino alla fine a vincere, ma non ci siamo riusciti. Non è stata una partita semplicissima per i nostri attaccanti, gli avversari erano ordinati e non c’erano molti spazi. Purtroppo abbiamo concretizzato solo una delle occasioni create. Non abbiamo concesso molto ai nostri avversari. Sicuramente nei primi venti minuti del secondo tempo abbiamo fatto tutto quello che dovevamo fare. E’ stato il nostro miglior momento – ha sottolineato  Pioli -. Sul gol di Pavoletti dovevamo fermare l’azione sulla nostra trequarti. L’importante è che la squadra abbia messo in campo una prestazione convincente e vogliosa, generosa e che abbia provato a voler vincere la partita fino alla fine». In tribuna era  presente, assieme ai fratelli di Davide Astori, il patron della Fiorentina Andrea Della Valle: «Partita complicata, il vento non ha sicuramente aiutato. Non era facile contro una squadra fisica e ben organizzata come il Cagliari. Ora dobbiamo lavorare a testa bassa per la partita di sabato a Torino. E’ stato bello rivedere la famiglia di Davide allo stadio».

Molto contento Rolando Maran, allenatore del Cagliari: «Abbiamo interpretato bene la gara, non ci siamo mai abbassati, nemmeno nel secondo tempo – ha detto il tecnico -. Abbiamo
avuto la forza di trovare il pari e con Joao Pedro potevamo andare in vantaggio. Portiamo a casa un risultato positivo e meritatissimo. Sono felice della prestazione dei ragazzi per la
loro personalità. A Firenze nessuno aveva portato a casa un risultato positivo. Siamo venuti a giocarci la partita, contro una squadra che non aveva concesso nulla agli avversari. Portiamo a casa un risultato meritatissimo, dobbiamo avere la consapevolezza che possiamo crescere attraverso queste prestazioni. Vogliamo continuare a divertirci, con grande sacrificio. La squadra mi lascia tranquillo». Poi su Barella e Chiesa, futuro di Cagliari e Fiorentina e futuro del calcio italiano: «Sono sicuro che saranno il futuro, per molti anni, della nostra Nazionale. Sono protagonisti, nonostante la giovane età, già adesso, quindi lo saranno senz’altro anche più avanti».

Tag:, , , ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: