Iniziato il vertice organizzato da Conte

Palermo, conferenza Libia: arrivate 38 delegazioni, c’è anche il generale Haftar

di Paolo Padoin - - Cronaca, Politica, Primo piano

PALERMO – Un’ora prima dell’avvio della Conferenza sulla Libia di Palermo una lista ufficiale dei partecipanti non era ancora disponibile. Limature sono state necessarie fino all’ultimo, in particolare per il difficile compito di portare a un tavolo comune i principali rivali libici. Ma alla fine sono 38 le delegazioni arrivate in Sicilia: 30 i Paesi, di cui 10 rappresentati da capi di Stato e di governo e 20 da ministri o viceministri. L’arrivo del generale KHALIFA HAFTAR è stato il più incerto fino alla fine, mentre è atterrato nel pomeriggio il premier del governo di unità nazionale, FAYEZ SARRAJ.

Sono a Palermo da ieri gli altri due protagonisti di primo piano dello scacchiere libico: il presidente del parlamento di Tobruk, AGUILA SALEH, e il capo dell”Alto Consiglio di Stato di Tripoli, KHALED AL MESHRI. Così come il vicepremier di Sarraj, AHMED MAITIG, in rappresentanza delle potenti milizie di Misurata. Prima dell”avvio della conferenza, tutti hanno avuto incontri bilaterali con GHASSAM SALAME”, l”inviato speciale dell”Onu in Libia incaricato di tessere la tela per una nuova road map.

Tra i ”big” coinvolti direttamente nel dossier, spiccano il presidente egiziano ABDEL FATTAH AL SISI, uno dei principali ”sponsor” di Haftar, insieme al premier russo DMITRI MEDVEDEV. La Francia ha invece inviato il ministro degli Esteri, JEAN-YVES LE DRIAN, preceduto da messaggi distensivi che escludono rivalità con l”Italia in Libia. Mentre Donald Trump, dopo aver affidato a Conte la cabina di regia sul Mediterraneo, ha schierato il suo inviato in Medio Oriente, DAVID SATTERFIELD. In forze invece tutti i Paesi limitrofi: la Tunisia con il presidente BEJI CAID ESSEBSI, Algeria con il premier AHMED OUYAHIA, Niger con il presidente MAHAMADOU ISSOUFOU e Ciad con il ministro degli Esteri MAHAMAT CHERIF. Così come la Grecia e Malta, in prima linea sul dossier correlato dei migranti, rappresentati dai premier ALEXIS TSIPRAS e JOSEPH MUSCAT. Presente anche il premier ceco ANDREJ BABIS, mentre gli altri europei hanno inviato viceministri e sottosegretari.

A completare la lista anche la delegazione Ue, con l’Alto rappresentante per la politica estera FEDERICA MOGHERINI e il presidente del Consiglio europeo DONALD TUSK, gli inviati della Lega Araba, dell”Unione Africana, del Fondo monetario internazionale e della Banca Mondiale

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: