Presentate alla stampa

Firenze, Galleria dell’Accademia: arrivate due tavole in oro recuperate in Svizzera

di Gilda Giusti - - Cronaca, Cultura

Galleria dell’Accademia

FIRENZE – I carabinieri del nucleo per la tutela del patrimonio culturale le hanno recuperate in Svizzera e affidate alla Galleria dell’Accademia. Si tratta di due tavole del ‘300-400, appartenute a una collezione privata fiorentina, una attribuibile a Niccolò di Pietro Gerini, tra i massimi esponenti del cosiddetto Neogiottismo, raffigurante i santi Girolamo e Giuliano; l’altra una Madonna dell’Umiltà celeste, ascrivibile al maestro della Cappella Bracciolini, ignoto
pittore, tipico rappresentante della pittura tardogotica toscana.

I dipinti, presentati oggi alla stampa, saranno visibili al pubblico dal 14 gennaio 2019 nella mostra temporanea all’Accademia «Nuove acquisizioni tra 2016 e 2018». «Sono fantastiche, di una qualità eccezionale», è stato il commento di Cecilie Hollberg, direttrice dell’Accademia, esprimendo soddisfazione per il lavoro dei carabinieri del Ntpc che, sotto il coordinamento della procura di Roma, sono riusciti a riportare a casa queste opere. Le due tavole sono
state recuperate in Svizzera, a Chiasso, dove erano state nascoste in un caveau privato.

Le indagini avrebbero svelato l’esistenza di un’associazione a delinquere composta da professionisti italiani e da un antiquario londinese, coinvolti
nell’esportazione illecita di beni culturali. «Il procedimento penale ha poi fatto il suo corso e si è riusciti ad ottenere la confisca delle due opere che oggi sono tornate a casa a Firenze, alla Galleria dell’Accademia», ha spiegato il colonnello Nicola Candido, comandante del reparto operativo dell’Ntpc di
Roma.

Tag:, ,

Gilda Giusti

Gilda Giusti

Redazione Firenze Post
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: