Vogliono conservare il business dell'accoglienza

Sicurezza: movimenti, associazioni e sindacati protestano contro il decreto Salvini

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica

Presidio in piazza Santi Apostoli di sindacati, Acli, Arci, Libera per chiedere la revisione del testo dl sicurezza

ROMA – Movimenti, associazioni e sindacati sono scesi in piazza oggi pomeriggio a Roma per manifestare contro il dl sicurezza, che oggi è al vaglio della Camera e per il quale il Governo intende porre la fiducia, per evitare sorprese. . «Chiediamo al Parlamento e al governo di fermarsi e rivedere il Decreto sicurezza – spiegano gli organizzatori -, aprendosi al confronto e al dibattito. Questo è un BENE, non è in vendita, è la scritta che campeggia sul fac-simile di un cartello vendesi riferito ad un bene confiscato alla mafia. Destano grande preoccupazione – dice la piazza – le disposizioni relative alla protezione umanitaria e immigrazione. A piazza SS Apostoli, nel cuore di Roma, è stato esposto anche uno striscione di Legambiente contro la chiusura dei porti voluta dal ministro dell’Interno, Matteo Salvini. Salvare vite non è un reato, si legge nel manifesto.

Le associazioni dunque scoprono gli altarini, vogliono continuare a gestire la loro attività basata sull’accoglienza, a nostre spese e a loro beneficio, di clandestini, che poi in buona parte si arruolano nei ranghi degli spacciatori di droga, come molte inchieste hanno accertato. Oltre a rendere più difficile, con la loro azione, anche involontariamente, la lotta alla delinquenza e all’illegalità.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.