Prezzi prodotti petroliferi: nuovi ribassi alla pompa, benzina a 1,593 euro/l

Stop alle pompe di benzina per lo sciopero dei gestori

Stop alle pompe di benzina per lo sciopero dei gestori

ROMA – Nuova pioggia di ribassi sulla rete carburanti italiana. Nonostante il tentativo di rimbalzo delle quotazioni dei prodotti oil in Mediterraneo, infatti, Eni, Ip e Tamoil hanno limato oggi i prezzi raccomandati di benzina e diesel di 1 centesimo.
Di conseguenza, si allunga ancora il trend in discesa dei prezzi praticati sul territorio. Nel dettaglio, in base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina è pari a 1,593 euro/litro, con i diversi marchi che vanno da 1,591 a 1,619 euro/litro (no-logo a 1,581). Il prezzo medio praticato del diesel è a 1,519 euro/litro, con
le compagnie che passano da 1,516 a 1,542 euro/litro (no-logo a 1,506).
Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato è di 1,726 euro/litro, con gli impianti colorati che vanno da 1,704 a 1,822 euro/litro (no-logo a 1,629), mentre per il diesel la media è a 1,652 euro/litro, con i punti vendita delle compagnie tra 1,649 a 1,735 euro/litro (no-logo a 1,552). Il Gpl, infine, va da 0,679 a 0,700 euro/litro (no-logo a 0,672).

prezzi, prodotti petroliferi, ribasso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080