Nessun intralcio dunque, parole al vento

Arresti nigeriani: indagini concluse, nonostante il tweet di Salvini. La nota di Spataro

di Paolo Padoin - - Cronaca

TORINO – Si sono concluse ieri sera, con l’arresto a Padova di uno dei ricercati, le attività delegate
dalla procura di Torino alla Questura nell’operazione contro la mafia nigeriana. Lo si ricava da una nota del procuratore Armando Spataro. L’operazione è quella che era stata annunciata dal vicepremier Matteo Salvini via Twitter, e per questo il procuratore Spataro aveva fatto un comunicato stamnpa ufficiale per denunciare la possibile interferenza nelle indagini ancora in corso.

Dalla nota di Spataro si ricava che il bilancio è di otto persone in carcere e una ai domiciliari. Sei indagati restano da rintracciare. L’inchiesta riguarda il tentativo di ricomposizione di un clan riconducibile alla confraternita degli ‘Eiye’, smantellato due anni fa da una prima ondata di arresti. Le informazioni sono state fornite oggi dalla procura «per non compromettere l’esito delle operazioni delegate che non si erano concluse il 4 dicembre – precisa Spataro – ai fini di una corretta informazione», ricordando che la Procura è l’unica competente «alla gestione e autorizzazione alla diffusione delle conseguenti informazioni». Il magistrato replica anche alla Anm: «Io non ho alzato i toni».

Nonostante queste spiegazioni da nessuno richieste, l’intervento pesante del procuratore si è risolto soprattutto in una presa di posizione che ha dato la stura alle violente critiche della sinistra, scatenate dalla sua comunicazione ufficiale.

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.