Dati stabili per il settore turismo. Obiettivo confermare i dati del 2017

Confesercenti Toscana. Festività natalizie, il turismo non fa scintille

di Martina Venni - - Cronaca

Nel mese di dicembre il comparto turistico ha confermato il trend discontinuo che ha caratterizzato tutto il 2018. Per le prossime festività natalizie è prevista una battuta di arresto del settore turistico, che potrebbe comunque raggiungere gli stessi livelli dello scorso anno.

Questo il quadro che emerge dall’indagine realizzata dal Centro Studi Turistici di Firenze, per Confesercenti Toscana.

Dopo un anno di crescita a fasi alterne, l’industria turistica chiuderà l’ultimo periodo con un trend di stabilità. – afferma Nico Gronchi Presidente Confesercenti Toscana – Il 25% del movimento si registrerà nei giorni di Natale; mentre il restante 75% si distribuirà tra Capodanno e l’Epifania, con una forte presenza di italiani (57%) a fronte di un 43% degli stranieri”.

I pernottamenti nelle strutture ricettive regionali risultano in linea con i dati dello scorso anno; per tutto il periodo delle festività, si attendono circa 550 mila arrivi e 1,5 milioni di presenze (con una concentrazione di 1,1 milioni tra Capodanno e l’Epifania). Come per tutto il 2018 non tutte le destinazioni hanno registrato gli stessi livelli di crescita; previsioni positivi per le città d’arte (+0,1%)e per le terme (+1,1%), valori che potrebbero ulteriormente migliorare con le prenotazioni last minute. Leggera crescita, anche, per le location costiere (+0,6%), mentre leggera flessione per area collinare (-2,1%) e montagna (-4,3%).

Le stime migliori sono per il comparto alberghiero (+1,2%), con l’extralberghiero che si attesta intorno al +0,9%; ad incidere su questo risultato è la componente straniera con un +1,4%.

Nonostante le difficoltà oggettive registrate nel corso della stagione estiva, il 2018 si chiude con segnali di ulteriore crescita delle presenze e di un consolidamento dei fatturati per le imprese del comparto turistico (+0,3%). – conclude Gronchi – Il settore sembra avviarsi a chiudere l’anno con oltre 47 milioni di pernottamenti, pari al +1,2% rispetto al 2017. I dati del turismo, nella nostra Regione, sono in linea con il contesto nazionale; rispecchiano un clima generale di incertezza dovuta al contesto economico che stiamo attraversando”.

Tag:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: