Giovedì 17 gennaio, con prenotazione giovedì 10

Firenze: per «Note al Museo» arriva «La fonte musica», per la prima volta in Toscana

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

La fonte musica

FIRENZE – Le straordinarie cantorie di Luca della Robbia e Donatello sono di ispirazione per il programma del quarto appuntamento dell’edizione 2018/2019 di Note al Museo, la rassegna concertistica promossa dall’Opera di Santa Maria del Fiore con la direzione artistica di Francesco Ermini Polacci. Per la prima volta in Toscana, il gruppo vocale-strumentale La fonte musica, diretto dal suo fondatore, il liutista Michele Pasotti, proporrà un programma realizzato in esclusiva per la rassegna, con musica dei primi anni del Quattrocento, per dare vita a una sorta di colonna sonora per le giostre di putti che cantano, danzano e suonano nei due capolavori scultorei conservati al Museo dell’Opera del Duomo.

Un’atmosfera musicale ricreata attraverso mottetti, madrigali e vari brani di autori allora attivi o comunque legati a Firenze: come Paolo da Firenze (il suo madrigale “Godi, Firençe!” celebra la vittoria fiorentina su Pisa, nel 1406), Antonio Zacara da Teramo, autore di gioielli conservati nel Codice Squarcialupi (manoscritto conservato presso la Biblioteca Medicea Laurenziana) e Gullaume Dufay, di origine franco-fiamminga ma vissuto a lungo in Italia, compositore fra i più importanti del Quattrocento.

L’ensemble, specializzato nella musica tardo medioevale, si è conquistato una fama internazionale grazie a interpretazioni che uniscono raffinatezza, vivacità, filologia dei testi e degli strumenti, realizzando anche alcune incisioni che sono state salutate da lusinghieri giudizi.

Informazioni: Opera di Santa Maria del Fiore Tel. 055 2302885

eventi@operaduomo.firenze.it – www.operaduomo.firenze.it

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.