Da giovedì 28 febbraio alle 21.30

Firenze: riparte «Tenax Theatre» con Fanny & Alexander

Teatro Studio Krypton_G.Cauteruccio durante le prove di Napolisciosciammocca_6_ph.Krypton
«I libri di OZ» (foto Luigi De Angelis)

FIRENZE – Al Tenax da giovedì 28 febbraio riparte la rassegna «Tenax Theatre», progetto di Teatro Studio Krypton, ideato da Giancarlo Cauteruccio e Massimo Bevilacqua come luogo di sperimentazioni dei linguaggi dell’arte e incubatore per giovani, che possono sviluppare espressività e creatività in contatto diretto con maestri ed operatori della scena, dell’arte e delle nuove tecnologie. Il programma della prima tranche del 2019 prevede appuntamenti poliedrici con nomi di spicco della scena nazionale in ambito teatrale, musicale e performativo.

Apre il gruppo di culto Fanny & Alexander, che presenta «I libri di Oz» di e con Chiara Lagani. Dopo “Il meraviglioso mago di Oz”, Baum scrisse altri tredici romanzi ambientati nello stesso mondo, con la piccola Dorothy e i suoi vecchi amici, ai quali se ne aggiungono via via di nuovi non meno bizzarri e simpatici. Chiara Lagani, fondatrice della compagnia teatrale Fanny & Alexander, negli anni scorsi ha messo in scena un ciclo di spettacoli tratti dai libri di Oz; per i Millenni di Einaudi ha tradotto e antologizzato e annotato i 14 romanzi, scrivendo i collegamenti tra un episodio e l’altro; ora, con la sua voce e forte presenza scenica, porta il pubblico a  percorrere  idealmente lo spirito del ciclo dei libri di Oz, come se fossero i capitoli di un’unica grande storia che è stata oggetto delle più svariate interpretazioni, da quelle politiche a quelle religiose, gnostiche, psicanalitiche. La regia e le animazioni video sono di Luigi De Angelis, le illustrazioni di Mara Cerri, il paesaggio sonoro di Mirto Baliani, che dopo lo spettacolo terrà un dj set.

Tenax Theatre  prosegue giovedì 7 marzo e sigla un nuovo incontro tra Finaz, non solo chitarrista della Bandabardò, ma anche validissimo solista, e Cauteruccio. Finaz è chiamato a misurarsi con una live performance, curata da Giancarlo Cauteruccio e Massimo Bevilacqua, dal titolo «La musica nel corpo – un’azione per corpo e chitarra aumentata». Un dialogo/scontro tra i suoni generati dalle chitarre di Finaz ed il corpo e la gestualità della performer Margherita Landi, in uno scenario immersivo creato appositamente.A mezzanotte sul palco del Tenax si brinda ai 26 anni dalla nascita  della Bandabardò.

Giovedì 14 marzo Krypton apre lo spazio alla creatività di un folto gruppo di giovani artisti provenienti dal’Accademia di Belle Arti di Firenze e dal Conservatorio L. Cherubini di Firenze con l’evento “Plastic Fantastic Lover² – una notte per le arti” e lo spettacolo “Guerra – cinque brevi capitoli sul mito tragico dell’amore”. A concludere dj set del duo Funkamari e di Untitled&Co co.

Tenax Theatre giovedì 28 marzo diventa piattaforma di lancio in prima assoluta di “Shuttle”, un progetto musicale che vede coinvolti i polistrumentisti Erica Scherl, Gianfranco De Franco e Valerio Corzani, con scenari visuali curati da Krypton. Una sorta di navetta sonora che mette insieme strumenti tradizionali e macchine e che fonda il suo orizzonte esplorativo sull’empatia strumentale, sugli incastri timbrici e sulla voglia di galleggiare nei grooves. Il concetto di bus spaziale è particolarmente indicato per descrivere metaforicamente i contorni poetici di questo trio che ha un debole dichiarato per l’elettronica morbida, il funk, la drone-music, l’etno-jazz e la psichedelia. Musica strumentale che gioca la propria scommessa melodica sull’iteratività nella varietà e che sfrutta le potenzialità dei tre agguerriti musicisti.

 Conclude la prima parte di Tenax Theatre il progetto laboratorio di T S Krypton O.SCENA.MENTE./ nella carne dell’incubo performace exeperience, in scena giovedì 11 aprile. Questo progetto nasce con la partecipazione di 25 giovani artisti tra  performer, videoartisti, producer musicali provenienti da una selezione nazionale e di numerosi allievi dell’Accademia di Belle Arti di Firenze. “Pornografia dell’incubo” è il tema su cui si fonda l’esperienza di laboratorio; la performance è un’indagine sul mondo emotivo sommerso in contrapposizione con l’esposizione superficiale della identità digitale, costruita per dar corpo ad una adeguata immagine di sé; la performance è immersiva e altamente tecnologica, ma agita dalla potente fisicità degli interpreti e volta al totale coinvolgimento del pubblico. Con la direzione di Massimo Bevilacqua con Cecilia Lentini  e Margherita Landi.

Biglietti intero 10€+prevendita – ridotto 5€ + prevendita (soci Coop, under 35); esclusivamente per lo spettacolo di Fanny & Alexander giovedì 28 febbraio alle 21,30: la sera alla cassa del Tenax intero 15€  ridotto 12€ (soci Coop, under 35), in prevendita: 10€+prev  7€+prev (soci Coop, under 35), per le scuole 5€ (con prenotazione a info@teatrostudiokrypton.it)

 Inizio spettacoli ore 21.30

Per raggiungere il Tenax in autobus: Linee 29 e 30

Info: Teatro Studio Krypton 055 2345443 www.teatrostudiokrypton.it

Tenax via pratese 46 Firenze www.tenax.org

Compagnia Teatro Studio Krypton, danza, Firenze, Giancarlo Cauteruccio, performance, Teatro, Tenax Theatre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080