Si tratta dello stesso studio che ha firmato il rapporto costi-benefici per Toninelli

Tav: ricerca dello studio Ponti per la Ue illustrava i vantaggi dell’opera. Polemica politica

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica

. ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO

ROMA – Il prof. Marco Ponti, presidente della Commissione che ha firmato l’analisi costi-benefici sulla tav, si difende, ma scoppia una polemica: «Ho fatto analisi per Ocse,Commissione europea, banca mondiale, credo di non essere uno schiavo di Toninelli. Abbiamo ottenuto ungrande risultato – sostiene nel corso della trasmissione MattinoCinque su Canale 5 -: per la prima volta si parla di numeri,così finalmente l’Italia diventa un Paese civile perché si discute, e si critica, di numeri».

Peccato che dallo studio di Ponti sia partito uno studio commissionato dalla Ue, che arriva a conclusioni opposte rispetto a quelle dello studio consegnato a Toninelli. Segno che la scienza si orienta secondo le esigenze del committente, ma non è una novità.

Si scopre infatti che l’Unione Europea promuove la Tav anche sulla base di uno studio della Commissione europea di 116 pagine, rivelato dal Tg de La7, l’opera va fatta calcolando i vantaggidel corridoio Mediterraneo di cui fa appunto parte laTorino-Lione. Secondo quanto riporta il tg de La7 il documento dell’Ue ha ottenuto anche il via libera della società di Marco Ponti, che ha messo a punto l’analisi costi-benefici per il governo dando parere negativo sull’opera. Con il corridoio Mediterraneo, che va da Gibilterra a Budapest, lo studio stima che al 2030 si potrà ottenere un risparmio di tempo del 30% per i passeggeri e del 44% per le merci. Inoltre, nei prossimi dieci anni per ogni miliardo investito nel cantiere verrebbero creati 15mila posti di lavoro, senza considerare l’indotto sul territorio.

In merito a questo studio sul Corridoio Mediterraneo favorevole all’opera, Ponti ha precisato che «è un’analisi sul valore aggiunto e
non ha nulla a che vedere con l’analisi costi-benefici».

L’Agenzia AdnKronos precisa che lungo i corridoi transeuropei della rete Ten-T, l’attuazione dei progetti di potenziamento previsti
porterà “notevoli miglioramenti nei tempi di viaggio, in particolare per il trasporto ferroviario. Sono previsti cospicui risparmi di tempo
per il corridoio Mediterraneo, del quale la Tav Torino-Lione fa parte e del quale attualmente è uno dei principali colli di bottiglia, con
il 30%. Lo sottolinea la bozza del rapporto The impact of Ten-T completion on growth, jobs and the environment,  redatto per conto della Commissione Europea da due società, una tedesca, la M-Five Gmbh Mobility, Futures, Innovation, Economics di Karlsruhe e la Trt, Trasporti e Territorio, una srl di Milano il cui presidente è il docente del Politecnico di Milano Marco Ponti. Lo studio, che risale al luglio 2018, non è firmato da Ponti, che guida la commissione che ha realizzato l’analisi dei costi e benefici relativa alla Tav Torino Lione per conto del ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, ma da sei dipendenti della società presieduta da Ponti, oltre che dai colleghi della società di Karlsruhe.

Il Mit difende il suo esperto, e precisa a sua volta che lo studio riservato sul Corridoio Mediterraneo, commissionato dalla Ue e rivelato da La7, ha visto una partecipazione solo marginale della società Trt trasporti e territorio, presieduta dal professor Marco Ponti. E aggiunge che  «il professore non solo non ha firmato la ricerca, ma non ne conosce in alcun modo i contenuti».  Inoltre, aggiungono le stesse fonti, «va precisato che si tratta di una analisi riconducibile a quelle di valore aggiunto, fondata sul moltiplicatore keynesiano, metodo che non ha nulla a che fare con la analisi costi benefici effettuata sulla tratta Torino-Lione». Sembra che qualcuno voglia arrampicarsi sugli specchi per difendere l’indifendibile.

Divampa comunque la polemica politica e le opposizioni si scagliano contro Toninelli e Ponti, chiedendone sostanzialmente le dimissioni, avrebbero ingannato gli italiani.

 

 

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.