Skip to main content

Rossi: loquacissimo contro Salvini e Di Maio, attaccati sul caso tav

Matteo Salvini e Enrico Rossi

FIRENZE – Rossi è iperattivo e superloquace quando si tratta di attaccare soprattutto Salvini, ma in genere il governo gialloverde. E parte lancia in resta contro gli esponenti del governo,  criticando aspramente «le metamorfosi di Salvini e Di Maio per diventare statisti e rimanere cinque anni al potere. Per la Tav si faranno i bandi, che si chiameranno avvisi con clausola di dissolvenza, la quale però non potrà valere perché ci vorranno serie motivazioni e dovrà essere d’accordo anche la Francia. Di Maio bleffa dicendo di aver vinto e di aver mostrato senso di responsabilità. Salvini sa di aver vinto e festeggia in pace il compleanno vestendosi con giacca e cravatta». Lo scrive su Fb Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana aggiungendo che «in realtà è stata un’indegna buffonata che ci scredita e che ci umilia ma consentirà ai nostri governanti di arrivare alle elezioni europee. E poi? – scrive ancora – Io credo che alla fine un pezzo grande del M5s guidato da Di Maio si metterà l’animo in pace e accetterà volentieri e senza inutili sceneggiate il ruolo gregario e subalterno alla Lega; magari in un governo con premier Salvini in doppiopetto. La sinistra pensi ad un duro periodo non breve di opposizione, ricostruisca un grande partito popolare e di ispirazione socialista e formi una più ampia alleanza democratica per dare al Paese un’alternativa ai nazionalpopulisti. Non esistono scorciatoie». Tutto qua Governatore? Non ha altro da dire sugli eventi del giorno?

Rossi, Salvini, Tav


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741