Il sindaco non condivide

Prato: si alla manifestazione di Forza nuova. Proteste e presidio delle sinistre

di Redazione - - Cronaca, Politica

La Prefettura di Prato

PRATO – «Abbiamo applicato la legge, e abbiamo garantito i diritti sanciti dalla Costituzione di manifestare e di esprimere la propria opinione. Il motivo per cui ci risulta sia stato indetto il corteo, agli atti, non è la celebrazione del centenario del fascio ma la lotta all’immigrazione clandestina». Lo ha detto il prefetto di Prato Rosalba Scialla a margine della riunione del comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza.  Nel corso della riunione il prefetto e il questore di Prato hanno ritenuto di non vietare il corteo organizzato per il 23 marzo da Forza nuova, giorno del centenario della nascita dei Fasci di combattimento, nonostante il sindaco Matteo Biffoni abbia espresso preoccupazione e contrarietà alla manifestazione.

«Resto fermamente contrario alla manifestazione indetta da Forza Nuova per tutti i motivi già ripetuti in ogni sede nei giorni scorsi. Il giorno scelto, la celebrazione del fascismo ricordata in ogni comunicazione dei forzanovisti, i toni violenti e la tensione che in questi giorni è andata aumentando sono secondo me violazioni della legge e rischi per l’ordine pubblico in città – sottolinea il sindaco – Sono però un uomo delle istituzioni e rispetto la decisione del
prefetto e del questore».

«Come Amministrazione parteciperemo comunale al presidio organizzato da sindacati e associazioni a cui stanno aderendo tante realtà della comunità pratese e a cui abbiamo dato il patrocinio – spiega Biffoni – Le diverse voci della Città che, se pure con diversa sensibilità politica, in questi giorni hanno espresso chiaramente la propria posizione potranno ritrovarsi in piazza a ribadire la difesa dei principi democratici. Prato non lascia spazio all’odio, alla violenza,alla paura».

Mentre il Governatore toscano, Enrico Rossi, se la prende con Salvini: «Il ministro degli Interni Salvini ha dato la sua risposta. Ha deciso di dare diritto di tribuna pubblica a una formazione di estrema destra in una città che non
la vuole».

Tag:, , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: