Da martedì 16 a venerdì 19 aprile, ore 21

Al Teatro di Rifredi va in scena «L’ospite – una questione privata», in prima nazionale

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Ciro Masella e Aleksandros Memetaj in «L’ospite»

FIRENZE – In prima nazionale al Teatro di Rifredi dal 16 al 19 aprile va in scena «L’ospite – una questione privata», di Oscar De Summa. Orchestrando un gioco a tratti beckettiano e con tinte alla Tarantino, Ciro Masella, che firma anche la regia, e Aleksandros Memetaj si contendono strenuamente il torto e la ragione, il ruolo del buono e quello del cattivo, sul confine malfido e sempre meno netto fra bene e male.

Cosa succederebbe se tornando a casa, la vostra casa messa su con tanti sforzi, rinunce e sacrifici, con lunghe e faticose ore di lavoro, magari un lavoro che neanche vi piace… ecco, che cosa succederebbe se tornando nel vostro rifugio,  l’unico pezzetto di mondo tutto vostro, che avete arredato con amore e gusto, quel luogo dove ogni cosa che vi è dentro corrisponde a ore del vostro tempo, insomma che cosa succederebbe se tornando a casa trovaste i cassetti aperti, gli armadi svuotati, i letti disfatti, le vostre cose sparse ovunque, cose che hanno una storia, che corrispondono ad affetti, eventi, avvenimenti importanti della vostra vita? E che cosa succederebbe se, per un caso fortuito, riusciste ad immobilizzare chi ha compiuto questo disastro? Che cosa si meriterebbe quel bastardo che, senza porsi alcun problema, è entrato nella nostra casa per portarsi via le nostre cose? Qual è il limite fra il difendersi da un torto e il trasformarsi, armi in pugno, in giustizieri della notte, per torturare chi ci ha offeso e arrivare, forse, persino a uccidere? Cos’è questa bestia che ci portiamo dentro e che al minimo intoppo (una lite per un parcheggio, un semaforo, una bolletta, il condominio, la spazzatura…) può prendere il sopravvento e trasformarci in belve assetate di sangue?

Speiga Oscar De Summa: «Il male e il bene, ciò che è giusto e ciò che non lo è, il torto e la ragione e quelle linee sottili che separano l’una dall’altra cosa; i limiti e i confini della giustizia e della propria personale libertà, i comportamenti umani e il loro sconfinamento nell’inumano, la paura e le sue derive. Cosa siamo disposti a fare per proteggere ciò che reputiamo nostro? Qual è il limite? Possiamo ergerci a giustizieri? Cosa e chi è davvero in pericolo? Da cosa e da chi va protetto? Può un uomo “comune, normale, buono”, avendo per le mani la vita di un altro essere umano, trasformarsi in un batter d’occhio in un sadico torturatore? “L’ospite” è uno spettacolo che non dà risposte, ma pone delle domande, semplici, che scaturiscono dall’inevitabile disagio dell’uomo contemporaneo».

Teatro di Rifredi (via Vittorio Emanuele II, 303 – Firenze. tel. 055/422.03.61)

Da martedì 16 a venerdì 19 aprile, ore 21

Pupi e Fresedde-Teatro di Rifredi Centro di Produzione Teatrale Firenze / Uthopia presentano «L’ospite – una questione privata», di Oscar De Summa, regia Ciro Masella, con Ciro Masella e Aleksandros Memetaj, spazio scenico Federico Biancalani; prima nazionale; spettacolo a posti limitati.

Ingresso intero € 16, ridotto € 14 (più diritti di prevendita). Spettacolo in abbonamento Pass Teatri; prevendita Teatro di Rifredi dal lunedì al sabato (ore 16–19) | biglietteria@toscanateatro.it. Punti Vendita nei Circuiti Online BoxOfficeToscana e Ticketone; on line www.boxofficetoscana.it – www.ticketone.it. Dettagli www.toscanateatro.it

 

Tag:, , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: