Sea Watch al limite delle acque di Lampedusa attende l’intervento della procura di Agrigento per sbarcare

LAMPEDUSA – Sea Watch non riconosce le leggi italiane, agisce a suo piacimento  e pretende di sbarcare a Lampedusa, unico porto sicuro, secondo la Ong, i migranti imbarcati in Libia. Per questo traccheggia al limite delle acque di Lampedusa (vedi immagine sopra) e attende che in suo soccorso arrivi la procura di Agrigento che, come in passato,  non riconoscendo la normativa italiana in vigore,   dovrebbe autorizzare lo sbarco dei migranti, imporre l’attracco della nave, sequestrarla, avviando un’inchiesta, che poi si chiude inevitabilmente con una bolla di sapone, come le precedenti. Ma gli italiani hanno ormai capito il trucco, e neppure gli altri Stati cadono nel trabocchetto della Sea Watch, solo la magistratura e la politica schierata la sostengono.

Agrigento, migranti, procura, sea watch


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080