Partita iniziativa già decisa in prefettura

Firenze: sono partiti gli Osservatori per la sicurezza, pattuglie di cittadini che controllano il territorio

di Paolo Padoin - - Cronaca

FIRENZE – Con gli Osservatori per la sicurezza partiti nella zona dell’Isolotto «è stato messo in pratica ciò che a più riprese avevo proposto per Firenze in campagna elettorale, quando lanciai l’idea dei City Angels. Una proposta che voleva compensare le evidenti carenze del presidio del territorio da parte della polizia municipale. Sono favorevole all’iniziativa dell’Isolotto, la cosa che stupisce è che quando la proposta fu lanciata da noi ci attaccarono dicendo che le nostre sarebbero state delle ronde. Allora non ammettevano la necessità di sicurezza adesso invece hanno dato il via libera agli Osservatori». Questo il  commenta del Consigliere regionale Paolo Marcheschi (Fdi), che ricorda che l’amministrazione comunale deve adempiere ad un protocollo d’intesa firmato il 30 ottobre 2018, da prefetto e sindaco di Firenze, che istituisce i controlli di vicinato. I cittadini possono costituirsi in gruppi e nominare un coordinatore formato dalle forze dell’ordine per segnalare movimenti sospetti nel quartiere. Le zone vengono tra l’altro segnalate con tanto di targa recante la scritta zona controllo del vicinato, come hanno già fatto a Lastra a Signa. La zona di Careggi Alto si è già organizzata con la cittadinanza attiva e aspettano di ottenere il riconoscimento del Comune  con la zona controllo di vicinato come chiesto con un’interrogazione da Angela Sirello per il Quartiere 5. Il capogruppo di Fdi in Consiglio comunale Alessandro Draghi, allo stesso modo, con una mozione chiederà di estendere il controllo di vicinato ad altre zone del fiorentino, che ne faranno richiesta.

Tag:,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: