Skip to main content

Morte Borrelli: Unione Camere penali accusa Mani pulite, reagisce con sdegno l’Anm

Il feretro di Francesco Saverio Borrelli nella camera ardente allestita al Palazzo di Giustizia, Milano, 22 Luglio 2019. ANSA/FLAVIO LO SCALZO

MILANO – Polemica per un comunicato dell’Unione Camere Penali in occasione della morte di Borrelli. A una frase specifica reagisce sdegnata l’Anm. Ecco il comunicato incriminato: «Il triste evento non può costituire
l’occasione né di servile ipocrisia, né di manipolazione della reale eredità storica e culturale di quella tempesta giudiziaria e politica che fu Mani Pulite. Mani Pulite lungi dal poter essere beatificata, è entrata nella storia
del diritto italiano per il grave e diffuso arretramento delle garanzie processuali che quella inchiesta determinò, con estese influenze negative su tutto il sistema giudiziario, tuttora presenti. Con Francesco Saverio Borrelli – scrive l’Ucpi in una nota – scompare un protagonista prestigioso della vita pubblica italiana. L’alta professionalità del magistrato, così come la integrità morale della persona, non sono in discussione, ed i penalisti italiani, nel
riconoscerle entrambe, esprimono con sincerità il più profondo cordoglio per la sua scomparsa».

«Leggiamo sdegnati il comunicato della giunta delle camere penali, diffuso oggi, a preteso ricordo di Francesco Saverio Borrelli. Sconcerta che un organismo rappresentativo dell’avvocatura italiana ignori le regole elementari del rispetto, persino nel giorno del lutto, che la migliore parte del paese, a cominciare dal Presidente della Repubblica, ha dolorosamente manifestato per la scomparsa di un gigante della storia repubblicana, come Francesco Saverio Borrelli». Lo dichiara in una nota la Giunta dell’Associazione Nazionale Magistrati. L’Anm denuncia da parte dei penalisti «più bieca e triste polemica, con un insieme di rozzi luoghi comuni, accostando volgarmente episodi e fatti, con un intento di polemica politica che sconcerta e offende la persona, la memoria, la storia, le istituzioni, e l’intera magistratura. Ci conforta sapere che altro è il rispetto che – conclude l’Anm – i singoli avvocati hanno mostrato oggi, sfilando in toga davanti al feretro del nostro Saverio».

Anm, Borrelli, Camere penali


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741