Skip to main content

Inizio anno scolastico, mancano 200.000 supplenti

Le riforme della scuola recenti, a partire dalla Buona Scuola di Renzi, che non ha risolto nulla, e dalle successive, inutili, correzioni del governi Gentiloni e Conti hanno prodotto un caos nella copertura delle cattedre, che verranno assegnate in buona parte con una domanda fatta al preside.

Infatti, denuncia il sindacato Anief, settembre è in arrivo e parte la caccia al supplente, con 200 mila posti da assegnare nella scuola, visto che «tantissimi posti saranno assegnati con Mad (Messa a disposizione) al preside, basterà una domandina. A pochi giorni dall’inizio dell’anno scolastico -spiega il sindacato di categoria- entra nel vivo la caccia al supplente. Sarà una vera impresa, perché si tratterà di sistemare almeno la metà delle 53.627 nomine a tempo indeterminato andate deserte, i circa 20 mila posti liberatisi a seguito dell’anticipo pensionistico Quota 100, i 50 mila e oltre posti in deroga su sostegno, decine di migliaia di cattedre nascoste in organico di fatti e altri quasi 20 mila posti liberi su disciplina comune nemmeno richiesti per le immissioni in ruoli. Per come è male organizzato, il sistema di copertura previsto dal Miur porterà al paradosso -continua il sindacato- di lasciare a casa tanti docenti precari abilitati all’insegnamento; mentre affiderà decine di migliaia di cattedre ad aspiranti neo-laureati o senza esperienza alcuna. Stiamo parlando di candidati -continua la nota del sindacato- che hanno presentato ai dirigenti scolastici una semplice ‘messa a disposizione’, la cosiddetta Mad, una necessità che scatta nel momento in cui, dopo avere fatto ricorso alle Gae e alle graduatorie di merito, sono risultate esaurite anche le graduatorie di istituto.

Vedremo se le previsioni pessimistiche del sindacato troveranno conferma fra una quindicina di giorni, anche se il Ministero e gli uffici periferici hanno assicurato di stare lavorando al massimo per assicurare un regolare inizio dell’anno scolastico, con le inevitabili incertezze che da sempre caratterizzano il nostro sistema scolastico.


Ezzelino da Montepulico


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741