Skip to main content

Nobel per la pace 2019 al primo ministro dell’Etiopia. Delusi i fans di Greta

Abiy Ahmed Ali, prenier etiope, insignito del Nobel per la pace 2019

STOCCOLMA – E’ stato assegnato al premier etiope Abiy Ahmed Ali, il premio Nobel per la pace 2019.  Con questa motivazione: «Per i suoi sforzi per raggiungere la pace e la cooperazione internazionale, e in particolare per la sua decisiva iniziativa per risolvere il conflitto di confine con la vicina Eritrea». L’annuncio, a quanto pare, avrebbe provocatoi delusione nei fans di Greta Thunberg sparsi per il mondo, che avevano sperato nel riconoscimento per l’eroina dell’ambiente.

«Il premio Nobel per la pace 2019 – ha precisato il Comitato del Nobel in un tweet – intende anche riconoscere tutte le parti interessate che lavorano per la pace e la riconciliazione in Etiopia e nelle regioni dell’Africa orientale e nordorientale. In stretta collaborazione con Isaias Afwerki, il presidente dell’Eritrea, il premiato di quest’anno ha rapidamente elaborato i principi di un accordo di pace per porre fine alla lunga situazione di stallo ‘nessuna pace, nessuna guerra’ tra Etiopia ed Eritrea. In Etiopia – ricorda ancora il Comitato – anche se rimane molto lavoro da fare, Abiy Ahmed ha avviato importanti riforme per dare a molti cittadini la speranza per una vita migliore e un futuro più luminoso. Come primo ministro, Abiy Ahmed ha cercato di promuovere la riconciliazione, la solidarietà e la giustizia sociale».

L’Etiopia «è fiera in quanto nazione dell’assegnazione del premio Nobel per la Pace al premier Abiy Ahmed Ali», fa sapere l’ufficio del primo ministro.

 

Abiy Ahmed Ali, Etiopia, Nobel per la pace 2019


Ernesto Giusti


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741