Skip to main content

Ragazzo ucciso: Gabrielli anticipa, non è storia di poveri ragazzi scippati, e critica Salvini

Il capo della Polizia, Franco Gabrielli

ROMA – «Gli accertamenti che l’autorita’ giudiziaria disvelera’, quando riterra’ opportuno, non ci raccontano la storia di due poveri ragazzi scippati. Lo dico tenendo sempre ben presente, non vorrei essere equivocato, che stiamo parlando della morte di un ragazzo di 24 anni».

Lo ha detto il capo della polizia, Franco Gabrielli, parlando dell’uccisione a Roma di Luca Sacchi a margine di un evento per i 70 anni della rivista Polizia Moderna. «Che Roma abbia i suoi problemi credo che nessuno lo disconosca, ma arrivare a rappresentare la nostra capitale come Gotham City…Questo – ha aggiunto – e’ un fatto gravissimo perche’ e’ morto un ragazzo di 24 anni. Forse tutti dovremmo avere un atteggiamento di grande cautela, senza anticipare giudizi ed emettere sentenze e senza utilizzare la sicurezza come strumento di contesa politica».

Gabrielli questa volta l’ha fatta fuori dal vaso, critica altri, ma anche lui anticipa inopportunamente giudizi che spettano, e lo riconosce lui stesso, all’Autorità Giudiziaria.

gabrielli, Luca Sacchi, ragazzo ucciso a Roma


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741