Skip to main content

Elezioni regionali Umbria: primi exit poll, il centrodestra (56 – 60%) asfalta la sinistra (35% – 39%). La regione cambia verso

PERUGIA – In attesa dei risultati definitivi che si conosceranno a notte inoltrata (gli scrutini sono iniziati subito dopo la chiusura dei seggi), registriamo intanto gli exit poll dei vari istituti specializzati. EXIT POLL OPINIO-RAI, TESEI 56,5-60,5% E BIANCONI 35,5-39,5%-.Nello stesso seanso anche altri istituti. Occorre però attendere i risultati definitivi, già in passato gli exit poll avevano sbagliato, ma uno scarto del genere sembra difficilmente ribaltabile. Già il giornale Libero di Vittorio Feltri aveva dato nel pomeriggio un’anticipazione fondata solo sulle sensazioni del voto e sull’aumento rilevante dell’affluenza (+13%) già alle 19, e aveva sostenuto che il centrodestra era avanti di una consistente percentuale di voti.

E’ di oltre il 65% l’affluenza per le elezioni regionali in Umbria secondo i dati parziali del ministero dell’Interno. Alle 23, quando sono pervenuti i dati di 50 comuni su 92, ha votato il 65,24% degli aventi diritto rispetto al 57,35% delle scorse elezioni. Un aumento di quasi 10 punti percentuali rispetto al 2015. Il consistente aumento dei votanti aveva già dato fin dalla mattina la sensazione che gli elettori del centrodestra fossero tornati alle urne per dare una lezione non solo all’Umbria piddina, ma al governo delle 4 sinistre a livello nazionale e soprattutto al premier Conte, buono per tutte le stagioni.

AGGIORNAMENTO PROIEZIONI – I PROIEZIONE OPINIO-RAI, TESEI AL 57% BIANCONI 37,5%-

PROIEZIONE SWG-LA7, LEGA PRIMO PARTITO CON 38,5%, PD AL 19%, M5S ALL’8.6%, FDI ALL’11% E FI AL 5,8%.


Paolo Padoin

Già Prefetto di FirenzeMail

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741