Fusione PSA – FCA: distribuiti 5,5 miliardi agli azionisti, anche a Exor, la holding degli Agnelli

MILANO – Il Corriere della Sera, Economia, evidenzia i benefici enormi che derivano agli azionisti di Fca dopo la fusione con Psa. Risulterebbe, stando al quotidiano milanese, che Fca assegni ai propri soci  un maxi-dividendo straordinario di 5,5 miliardi. Solo a Exor, la holding della famiglia Agnelli che ha il 28,7% di Fiat Chrysler, andranno all’incirca 1,4 – 1,6 miliardi di euro. Non a caso giovedì il suo titolo in Borsa è salito del 5,69%. Dalla vecchia Fiat, Exor ha ottenuto quote già dai precedenti spin-off come Cnh, Ferrari, Rcs, Iveco, che hanno liberato miliardi di valore. Psa invece distribuisce ai propri soci il 46% che possiede nel gioiellino della componentistica di Faurecia, pari a circa 2,7 miliardi di euro. Quindi benefici per gli azionisti, le sedi dell’azienda ex Fiat si sono trasferite all’estero per godere dei benefici fiscali, alcune fabbriche sono in Paesi dove la mano d’opera è meno pagata, a Torino rimangono ormai solo non molti operai e addetti, chi ci guadagna sono sempre i soliti.

dividendi, Exor, Fca, Psa

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080