Le visite sull'acqua continuano

Venezia: arrivano in visita anche Lamorgese e Casellati. Brugnaro secondo Commissario

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica, Primo piano

Acqua Alta a quota 154 cm, allagato il 70% del centro storico, 15 novembre 2019. ANSA/ANDREA MEROLA

VENEZIA – Non bastavano le passerelle messe sull’acqua per far camminare veneziani e turisti, a queste si aggiungono quelle del ministro Lamorgese e della Presidente del Senato Elisabetta Casellati, la prima ex prefetta di Venezia, la seconda padovana doc. Visti anche alcuni calciatori della nazionale azzurra, Gigio Donnarumma con Vialli.

Il Governo intanto ha deciso la sospensione dei mutui per un anno, 20 milioni per il primo ristoro dei danni e ha nominato il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro commissario straordinario, una seconda poltrona dopo quella della Spitz. Il numero dei Commissari cresce a un ritmo superiore a quello dell’acqua alta, ma le poltrone sono gradite alle sinistre.

Sono le misure principali contenute nell’ordinanza firmata dal capo della Protezione Civile Angelo Borrelli in seguito all’emergenza per l’acqua alta a a Venezia. L’ordinanza, secondo quanto apprende l’Ansa, prevede un primo rimborso di 5mila euro per i privati e di 20mila per le aziende, secondo lo schema indicato dal premier Conte.

“Venezia supererà anche questa. Come un atleta che subisce un grave infortunio e poi si rialza”. C’e’ commozione e solidarietà nella parole di Gianluca Vialli, capodelegazione della nazionale di calcio, in visita a San Marco con il presidente della Figc, Gabriele Gravina, e il portiere della nazionale, Gianluigi Donnarumma. La delegazione azzurra ha fatto visita alla piazza colpita dall’acqua alta eccezionale, in particolare ad un paio di negozi storici ancora allagati, fermandosi a parlare con i titolari, e gli uomini della polizia locale, della protezione civile e con i carabinieri.

Intanto nuova allerta di marea eccezionale per domani: il Centro maree del Comune di Venezia prevede per le ore 12.30 un picco di 160 centimetri. La previsione è aggravata dal fatto che i modelli di calcolo prefigurano per la laguna un’intera mezza giornata di marea oltre il metro. Il massimo di 160 è preceduto da un precedente di 130 centimetri alle ore 3.05 e da un “minimo” di 110 centimetri alle ore 6.50.

La marea ha toccato una nuova punta massima di 115 centimetri sul medio mare a Venezia, poco dopo la mezzanotte. Un fenomeno classificato come molto sostenuto (codice arancio), e non eccezionale, come i picchi degli ultimi tre giorni. L’allagamento in questo caso interessa soprattutto le aree più basse della città, come San Marco. Per domani il Centro maree del Comune prevede un’altra massima di 120 centimetri, alle 11.55.

 

Tag:, , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: