Taranto: Open Arms ha attraccato al porto sicuro indicato dal governo giallorosso

Ha attraccato al molo san Cataldo del porto di Taranto la nave della ong spagnola Open Arms dalla quale sono sbarcati i 62 migranti soccorsi nei giorni scorsi nel tratto di mare fra Italia e Libia. Secondo quanto dichiarato nelle ultime ore dal capo missione Riccardo Gatti, fra loro ci sono 26 minori, di cui 24 non accompagnati. Inizialmente erano 73 le persone a bordo della nave, ma 11 migranti domenica scorsa sono stati trasferiti ad Augusta. Si tratta di bambini con le famiglie e alcuni feriti.

Ai volontari e mediatori hanno riferito di avere affrontato un viaggio da incubo. Alcuni migranti, che presentavano ferite e ustioni, sono stati medicati dal personale del 118. I 24 minori non accompagnati che erano a bordo sono stati presi in carico dal Comune di Taranto in attesa del successivo smistamento in altre strutture italiane. Dopo lo sbarco tutti i migranti sono stati trasportati nell’hotspot di Taranto per le procedure di identificazione e nelle prossime ore saranno ricollocati secondo i preaccordi di Malta.

Intanto è approdata nel porto di Pozzallo, in Sicilia, la nave dell’ong Aita Mari con 78 migranti a bordo: 71 uomini, 6 donne e un bambino. Sulla nave è salito il medico marittimo per i primi controlli sanitari. I migranti verranno trasferiti nell’hot spot di Pozzallo.

migranti, ong, scaricati


Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080