Cosa fare di giorno e di sera

Week End 30 novembre -1 dicembre: Festa della Toscana, musei gratis, spettacoli, eventi

di Roberta Manetti - - Approfondimento, Cronaca, Cultura, Spettacolo, Top News

Bel tempo a Pasquetta, almeno di mattina

Il giardino di Boboli (gratis il 30) con la Cupola del Duomo e il Campanile di Giotto sullo sfondo

FIRENZE

Festa della Toscana – Sabato 30 è la Festa della Toscana: Palazzo Pitti, la Galleria degli Uffizi, il Giardino di Boboli, il Museo del Bargello sono gratis per tutti. Dalle 14 partenza del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina dal Palagio di Parte Guelfa per raggiungere Palazzo Medici Riccardi luogo del ritrovo di tutti i Gonfaloni; alle 14:40 il Corteo dei Gonfaloni, con in testa quelli del Comune di Firenze, della Regione Toscana e della Società di San Giovanni Battista, con il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina, seguiti da tutti i Gonfaloni istituzionali, da quelli dei Gruppi Storici aderenti e delle Associazioni d’Arma, percorreranno via Martelli, piazza Duomo e via Calzaiuoli per raggiungere piazza della Signoria; alle 15 il corteo si concentrerà in piazza della Signoria, dove verranno effettuati i saluti istituzionali e ricordato l’editto descritto sulla lapide posta nel cortile della Dogana di Palazzo Vecchio sull’abolizione della pena di morte, avvenuta con la pubblicazione della legge penale del 30 novembre del 1786 voluta dal granduca di Toscana Pietro Leopoldo, primo esempio nel mondo a decretare la fine della pena capitale.

Domenica al museo e Domenica metropolitana – Domenica 1 dicembre torna Domenica al Museo, l’iniziativa che prevede l’ingresso gratuito nei luoghi della cultura dello Stato, ogni prima domenica del mese. A Firenze si entra gratis alla Galleria degli Uffizi, orario 8.15 – 18.50, a Palazzo Pitti, orario 8.15 – 18.50, al Giardino di Boboli, orario 8.15 – 17.30 (chiusura alle ore 16.30 nei mesi di novembre e dicembre), alla Galleria dell’Accademia, orario 8.15 – 18.50, al Museo del Bargello, orario  8.15 – 14, alle Cappelle Medicee, orario  8.15 – 14, a Palazzo Davanzati, orario 13.15 – 19.00 (visite ai piani superiori alle 15.00, 16.00, 17.00), al Museo archeologico nazionale, orario 8.30-14. L’elenco dei musei gratuiti in tutta la regione è su www.beniculturali.it. La prima domenica del mese è anche la Domenica metropolitana, sponsorizzata da Giotto-Fila: i residenti nella Città metropolitana di Firenze entrano gratis nei musei civici (ossia quelli gestiti direttamente dal Comune come Palazzo Vecchio e il Museo Novecento) e possono partecipare a visite guidate e iniziative per famiglie, sempre a costo zero (su prenotazione).

Concerto per Venezia e Matera al Maggio Musicale sabato 30 – A Venezia l’acqua alta ha fatto milioni e milioni di danni, ma è stata flagellata anche Matera, capitale della cultura 2019; rimediare alla devastazione lasciata dal torrente d’acqua e fango nella città dei Sassi costerà almeno 8 milioni. Il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (Piazzale Vittorio Gui 1) contribuisce con un  concerto straordinario sabato 30 alle 20. L’Orchestra Sinfonica Nazionale dei Conservatori sarà diretta da Alessandro Pinzauti. In programma musiche di Rossini, Cherubini, Verdi, Cajkovskij. Posto unico euro 20, interamente devoluti e acquistabili in biglietteria, nei punti Box Office e online sul sito del Maggio senza sovrapprezzo. Sempre al Teatro del Maggio, domenica 1 alle 17 Massimo Annibali dirige l’Orchestra a fiati Leopolda, la Corale Amedeo Bassi di Montespertoli e la Corale Santa Cecilia di Empoli in un programma di musiche e cori da famose opere del grande repertorio italiano. Posto unico euro 5; biglietti anche online

Anfitrione alla Pergola – Al Teatro della Pergola (via della Pergola 18) sabato 30 alle 20.45 e domenica 1 alle 15.45 Filippo Dini dirige Gigio Alberti, Barbora Bobulova, Antonio Catania, Giovanni Esposito, Valerio Santoro, Valeria Angelozzi in Anfitrione di Sergio Pierattini. La rilettura del classico di Plauto diventa una riflessione profonda, quasi archetipica, sul nostro essere mortali, sul nostro rapporto con noi stessi, con le nostre paure. In definitiva, con il nostro “doppio”. Biglietti da 13 a 37 euro. Biglietteria Via della Pergola 30, Firenze, 055.0763333. Circuito BoxOffice Toscana e online. Domenica 1 alle 10, alle 11 e alle 12 visita-spettacolo al Teatro della Pergola con La Compagnia delle Seggiole e il loro «In sua movenza è fermo»: storia, personaggi e segreti del più antico teatro all’italiana. Accesso difficoltoso per i non deambulanti. Biglietto 15 / 12 euro.

notre dame de paris coccianteNotre Dame de Paris – Si svolgeranno in concomitanza con la partita Fiorentina-Lecce, le due repliche dello spettacolo Notre Dame de Paris in programma sabato 30 alle 16 e alle 21 al Mandela Forum (Piazza Berlinguer). Visti la prossimità dello Stadio Franchi e l’alto afflusso di pubblico, è stato predisposto un piano speciale di collegamenti da e per l’area di Campo di Marte. Ultime recite dello spettacolo, visto ormai da 4.000.000 di italiani, previste per domenica 1. I biglietti – posti numerati da 31 a 91 euro – sono disponibili nei punti vendita di Box Office Toscana (www.boxofficetoscana.it/punti-vendita tel. 055.210804) e online su www.ticketone.it.

ORT al Verdi – Sempre per la Festa della Toscana, sabato 30 alle 21 al Teatro Verdi (via Ghibellina 99) l’Orchestra della Toscana (ORT) con Anna Fusek propone un programma dal titolo “Acqua”, dove si mettono insieme composizioni scritte in un arco di tempo di 400 anni: un mix ben assortito tra barocco e contemporanea. Anna Fusek è una polistrumentista tedesca (ma anche studiosa di filosofia e musicologia, oltreché attrice) in grado di superare ogni confine musicale. Lei suona il flauto diritto, sovrintendendo all’intera esecuzione.  Nell’occasione alterna, intreccia e perfino sovrappone pagine barocche e novecentesche, italiane, statunitensi, cinesi, tedesche, alcune d’impronta minimalista, altre davvero giocose. Biglietti da 11 a 16 euro, in vendita c/o Biglietteria del Teatro Verdi (tel 21.23.20 orario 10/13 e 16/19) e punti del Circuito Box Office. Online su www.teatroverdifirenze.it

Amici della Musica – Sabato 30 alle 16 e domenica 1 alle 21 è di scena il Cuarteto Casals, la più nota formazione cameristica spagnola che prende il nome dal grande violoncellista catalano Pablo Casals. I quattro musicisti (Vera Martinez-Mehner e Abel Tomàs violini, Jonathan Brown viola, Arnau Tomàs violoncello), che sabato pomeriggio si avvarranno della presenza speciale del pianista tedesco Alexander Lonquich, eseguono il Quartetto per pianoforte e archi in sol minore KV 478 di Mozart, il Quartetto per archi n. 11 in fa minore op. 95 di Beethoven, e il Quintetto in mi bemolle maggiore op. 44 di Schumann; domenica sera il Casals rende omaggio ai tre numi tutelari del classicismo viennese, Haydn, Mozart e Beethoven. Lunedì 2 alle 21 al Saloncino della Pergola si rinnova l’annuale collaborazione degli Amici con il GAMO (Gruppo Aperto Musica Oggi). Francesco Gesualdi, nella doppia veste di fisarmonicista e direttore, l’eclettico flautista Roberto Fabbriciani e l’Ensemble del GAMO (Alberto Bologni, Alice Palese, Da Won Ghang, Marco Facchini, Paolo Del Lungo violini, Camilla Insom, Carmelo Giallombardo viole, Anna Montemagni violoncello, Pietro Horvath contrabbasso) propongono un botta e risposta tra pagine di Mozart e del compositore estone Arvo Pärt. Biglietti in vendita al Teatro della Pergola, presso il circuito regionale Box Office e online su www.ticketone.it

Irene Grandi  – Irene Grandi chiude i festeggiamenti dei primi 25 anni di carriera con una grande festa in musica nella “sua” Firenze, domenica 1 al Teatro Verdi (via Ghibellina 99, ore 20,45). Un concerto durante il quale Irene celebrerà questo “compleanno” condividendo il palco con ospiti speciali, le persone che hanno incrociato il suo entusiasmante percorso artistico. I biglietti (posti numerati da 28,75 a 46 euro, compresi diritti di prevendita) sono disponibili nei punti vendita Box Office Toscana (www.boxofficetoscana.it/punti-vendita) e online su www.ticketone.it.

The boys in the band – Domenica 1 alle 21 al Teatro Puccini (via delle Cascine 41), in occasione della Giornata Mondiale contro l’AIDS e in collaborazione con Florence Queer Festival, The Singing Family presenta The boys in the band, l’opera teatrale manifesto del movimento gay tradotta e adattata da Costantino Della Gherardesca per la regia di Giorgio Bozzo. Posto unico 20 euro. www.teatropuccini.it

L’Homme Armé – Per la rassegna «I concerti al Cenacolo» L’Homme Armé sabato 30 alle 16.30 presso la Certosa di Firenze (via della Certosa 1; ingresso libero; www.hommearme.it) L’Homme Armé presenta un concerto interamente dedicato a Claudio Monteverdi. Sul palco il soprano Elena Cecchi Fedi, i tenori Alberto Allegrezza e Paolo Fanciullacci e il baritono Gabriele Lombardi, accompagnati da Andrea Perugi al cembalo e da Gian Luca Lastraioli al chitarrone, tutti sotto la direzione di Fabio Lombardo. Precede alle 15, facoltativa, una visita guidata al costo di 5 euro; il ricavato sarà interamente devoluto per finanziare i restauri della Certosa stessa. Con questo «Concerto Monteverdi», che sarà replicato domenica 1 alle 16.30 alla Villa Medicea di Cerreto Guidi (via dei Ponti Medicei 7), si conclude l’edizione 2019 de «I Concerti al Cenacolo», che l’Associazione L’Homme Armé porta avanti dal 1994 ed è la più longeva rassegna annuale di musica antica in Toscana.

Emily Dickinson – Sabato 30 alle 19 e domenica 1 alle 17 in prima nazionale al Teatro Niccolini (via Ricasoli 3) Emanuele Gamba dirige Daniela Poggi in «Emily Dickinson – Vertigine in altezza» di Valeria Moretti. Le parole della celebre poetessa zampillano, oblique e vulcaniche, in un’esistenza da incendiaria nell’America bigotta e puritana della seconda metà dell’Ottocento. La lirica della Dickinson nasce dal suo giardino e dalla sua casa. Qualcuno ha detto che sono stati il suo laboratorio poetico: i luoghi in cui la conoscenza del mondo si è fatta acuta indagine e profondo ascolto del mistero delle relazioni umane. La pièce parte proprio da un giardino fiorito dove la poetessa, fiorita anche lei grazie al costume di Elena Bianchini, realizzato da Eleonora Sgherri, cura e corre, ride e bisbiglia, ironizza e palpita, evocando attorno a sé una galleria di parenti, amiche, amanti e un cane. I suoni e il video sono di Alessio Tanchis, l’aiuto regia è Jonathan Freschi, il disegnatore luci è Loris Giancola, il macchinista costruttore è Cristiano Caria. Durata: 1h e 10’, atto unico. Biglietti da 13 a 37 euro, anche online

Fiorentina-Lecce – Sabato 30 alle 20,45 al Franchi (Viale Manfredo Fanti, 4) c’è Fiorentina -Lecce.

La democrazia del Corpo – A Cango (via Santa Maria 15) sabato 30 alle 21 c’è Marco D’Agostin, che ha vinto il Premio UBU 2018 come Miglior performer under 35, in «First love». Biglietti 12 / 10 euro. Prenotazione consigliata: tel. 055 2280525.

Perfidia trio con cantante cubana – Sabato 30 alle 22.30 all’Aurora in piazza Tasso concerto del Perfidia Trio, gruppo che da ben 20 anni esegue musica cubana, quella tradizionale della Vieja Trova, del bolero (da un famoso bolero anni Trenta il gruppo prende il nome), del son, di Compay Segundo e del Buenavista Social Club. Ai ben noti musicisti dei Perfidia, si unisce per l’occasione la voce calda e intensa di Yoly Garcia, bellissima habanera, in un passionale mix di canto e ballo. Ingresso libero.

Serino per la Liuteria – Primo violoncello dell’Orchestra del Maggio Fiorentino, Patrizio Serino, ritrova l’Orchestra da Camera Fiorentina domenica 1 e lunedì 2 alle 21 all’Auditorium di Santo Stefano al Ponte (piazza S. Stefano, 3). Condividerà il ruolo di solista col fratello Marco Serino, tra i più eclettici violinisti della sua generazione: entrambi prediligono l’interpretazione su strumenti storici e le due serate sono inserite nel festival dei Concerti della Liuteria Toscana. Ad esaltare le loro doti saranno il “Concerto in re maggiore per violino e orchestra, op. 61” di Ludwig van Beethoven, il “Concerto in la minore per violoncello e orchestra, op. 129” di Robert Schumann e “Fratres” per orchestra d’archi e percussioni del compositore estone Arvo Pärt. In programma a Firenze fino al 5 dicembre 2019, i Concerti della Liuteria Toscana celebrano l’arte liutaria di ieri di oggi. Alcuni strumenti, di valore storico, sono stati restaurati proprio la rassegna e risuoneranno per la prima volta dopo decenni. Posto unico 10 euro, prevendite nei punti www.boxofficetoscana.it/punti-vendita e online e su www.ticketone.it.

Careggi in Musica – Domenica 1 alle 10.30, nell’Aula Magna del Nuovo Ingresso dell’Ospedale di Careggi (Largo Brambilla 3, Firenze, ingresso libero per tutti), appuntamento con “Careggi in Musica”, stagione di musica in ospedale nata nel 1999 da un’idea di A.Gi.Mus. Firenze in collaborazione con Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi. La mattinata sarà interamente dedicata al ricordo del M° Eriberto Scarlino, pianista, compositore e per molti anni docente al Conservatorio L. Cherubini di Firenze. Si esibirà in concerto il pianista Gianluca Faragli, vincitore del Premio Speciale dedicato proprio a Scarlino nell’ambito del Premio Crescendo 2019, con un recital di pianoforte solo con musiche di Bach, Beethoven, Liszt e Schumann. Alla stessa ora la musica a cura di A.Gi.Mus. Firenze sarà presente anche all’Ospedale Pediatrico Meyer con la fiaba musicale per bambini Prezzemolina, che vede protagonisti i musicisti/attori Elisabetta Furini e Riccardo Mazzoni.  In questo caso, però, l’accesso è riservato ai piccoli degenti dell’Ospedale Pediatrico Meyer e ai loro familiari.

Tempo Reale Festival – Sabato 30 alle 21.30 alla Palazzina Reale di Santa Maria Novella un originalissimo ensemble austriaco, Airborne Extended, che rappresenta il concetto di musica mista attraverso l’uso di strumenti non convenzionali. Alle 18.30 spazio alla creatività giovanile con un appuntamento di presentazione di progetti musicali sviluppati negli studi di Tempo Reale grazie al programma di Residenze Kate. Ingresso 5 euro.

Il Presepe di Villa La Quiete – Aperture del complesso monumentale con visita al Presepe storico.Nel periodo natalizio Villa La Quiete riapre al pubblico: il percorso di visita è arricchito dall’allestimento del Presepe storico, collocato all’interno della chiesa. L’ingresso e la visita guidata sono gratuiti, la prenotazione è obbligatoria. 7 dicembre 2019 – 6 gennaio 2020 – tutti i sabati e le domeniche e il giorno dell’Epifania: la visita ha inizio alle 15.30 (durata: 1 ora e mezzo). Sede: Villa La Quiete, via di Boldrone, 2 – Firenze. Organizzazione: Sistema Museale di Ateneo. Info e prenotazioni allo 055-2756444 edumsn@unifi.it

Teatro per bambini – Primo appuntamento della rassegna domenicale di teatro per la famiglia, andrà in scena al Teatro di Rifredi (via Vittorio Emanuele II, 303) domenica 1° alle 16:.30, “La fabbrica dei sogni” spettacolo creato per festeggiare i dieci anni di attività del Paracadute di Icaro. Fascia d’età consigliata: 6 – 13 anni, ingresso 10 / 8 euro.

Weihnachtsmarkt in Santa Croce e altri mercati – Fino a domenica 22 dicembre c’è il Sudtirolo in città: oltre 50 casette di legno prendono posto nella storica piazza Santa Croce nel centro di Firenze. Torna il Weihnachtsmarkt, il mercatino di Natale alla tedesca: brezel, strudel, würstel, birre, prodotti d’artigianato. Un vero e proprio villaggio in stile crucco davanti alla basilica di Santa Croce; previsti anche eventi per grandi e bambini. Ogni giorno, orario 10–22. Le WIC organizzano un Bazar Natale all’Ostello Tasso in via Villani 15; ci sarà anche un banco Wic for Pets, il cui ricavato andrà interamente a sostenere il canile del Termine. Dalle 10.30 alle 21 sabato e dalle 10.30 alle 20 domenica. A Santo Spirito domenica 1 dalle 8 alle 20 c’è Santo Spirito in fiera. Dal 1 dicembre iniziano anche i mercati dell’Avvento alle Cascine, Viale Lincoln – Piazzale Kennedy. Sabato 30 novembre dalle 15 alle 18 e domenica 1 dicembre dalle 10 alle 18) al Tepidarium del Roster del Giardino dell’Orticoltura (Via Bolognese 17A – ingresso libero) c’è  la fiera di beneficenza Christmas Bazaar, organizzata da AILO – The American International League of Florence ODV. Tra i molti stand sarà possibile trovare oggetti unici e originali: abbigliamento vintage, bigiotteria d’epoca, vestiti per bambini lavorati a maglia e a uncinetto dalle socie di AILO, decorazioni natalizie artigianali, libri in italiano e in inglese, giocattoli, tessuti e oggettistica, scarpe, accessori e artigianalità da tutto il mondo. Un’occasione per comprare i regali natalizi, dolci come brownies e cupcakes i preziosi rizomi del Giardino dell’Iris in tutte le varietà.

Il restauro della Pietà in diretta – Al Museo dell’Opera del Duomo i visitatori potranno assistere in diretta al restauro della Pietà Bandini di Michelangelo; un cantiere aperto, nella sala dove la monumentale scultura incompiuta dall’utore ottuagenario è custodita. L’operazione terminerà entro l’estate 2020: per il visitatore sostare davanti al cantiere sarà come entrare in una specie di set cinematografico. L’intervento commissionato dall’Opera di Santa Maria del Fiore, finanziato dalla Fondazione Friends of Florence sotto la tutela della Soprintendenza, è stato affidato a Paola Rosa, coadiuvata da un’equipe di professionisti. Ingresso col biglietto del museo.

Mostre – Fino al 2 febbraio 2020 al piano terreno del Museo Archeologico Nazionale di Firenze (Piazza della Santissima Annunziata, 9b; orario: martedì-venerdì 8.30-19, sabato, domenica e lunedì 8.30-14) c’è «Mummie. Viaggio verso l’immortalità», con oltre 100 reperti provenienti dai magazzini del nostro Museo Archeologico, il secondo in Italia per importanza dopo quello di Torino (e il decimo in tutto il mondo). La mostra, che illustra il rapporto degli Egizi con il mondo dell’Aldilà, viene da un lungo tour in Europa e in Cina. Da un’idea di Maria Cristina Guidotti, direttrice della sezione egizia, che ha studiato le mummie, restaurato numerosi pezzi e scoperto la bellezza di un sarcofago come quello del sacerdote Padimut, con la ricca decorazione delle dinastie XXI e XXII (1069-656 a.C.). La statua del sacerdote Henat, che indossa una veste di foggia persiana, testimonia il dominio sull’Egitto dell’Impero Persiano (525-404 a.C.); ci sono amuleti, scarabei e vasi canopi per conservare gli organi del defunto, gioielli, cesti e vassoi di fibra vegetale che sembrano intrecciati oggi, la cassetta dipinta che ospitava gli ushabti (piccole statue del corredo funebre) dello scriba Nekhtamontu vissuto nel Nuovo Regno (1559-1070 a.C.). Da una testa mummificata attraverso la TAC è stato possibile ricostruire il volto.

A Palazzo Strozzi c’è «Natalia Goncharova. Una donna e le avanguardie, tra Gauguin, Matisse e Picasso». Fino al 12 gennaio 2020.

A Villa Bardini c’è Enigma Pinocchio. Da Giacometti a La-Chapelle, mostra curata da Lucia Fiaschi e interamente dedicata alla creatura di Collodi, Pinocchio. Da Giacometti a La Chapelle, da Munari a Paladino, da Calder a Ontani, da McCarthy a Venturino Venturi. Fino al 22 marzo. Orario: tutti i giorni 10-19, chiuso lun Info: 055.20066233 www.villabardini.it

Al Museo Marini (Piazza San Pancrazio) dal 2 novembre al 2 dicembre mostra fotografica dedicata a Derno Ricci: il pubblico potrà ammirare una selezione dei ritratti di personaggi che hanno lasciato un segno nella Firenze e nell’Italia degli anni Ottanta (nella foto: i Litfiba). L’artista e fotografo Derno Ricci ha saputo immortalare in uno scatto quei personaggi e quei momenti, fermando il tempo con naturalezza e maestria, tocchi magici che caratterizzano tutte le sue collezioni fotografiche. Ingresso 6 / 4 euro.

Nell’anno in cui si celebra il cinquantenario dello sbarco sulla luna, la mostra Novecento lunare. Lucio Fontana, Eliseo Mattiacci, Fausto Melotti, Giulio Turcato, ospitata nella Sala dei Gigli di Palazzo Vecchio, a Firenze, fino al 15 gennaio 2020, vuole rendere un poetico omaggio alla Luna e alla sua conquista. Curata da Sergio Risaliti, la mostra è un progetto di Museo Novecento, visibile lungo il percorso espositivo del museo di Palazzo Vecchio e si inserisce nel programma di F-LIGHT 2019, il festival delle luci del Comune di Firenze che per une mese ridisegnerà il volto notturno della città. Tutti i giorni h.9.00-19.00, eccetto il giovedì h. 9.00-14.00. La biglietteria chiude un’ora prima del museo (si entra col biglietto del museo).

Tempi complessi. La fotografia come veicolo d’integrazione dei linguaggi, le opere di 5 artisti under 35 in mostra dal 14 novembre a Le Murate. Progetti Arte Contemporanea. Fil rouge dei lavori, creati ad hoc per il progetto, oltre alle tematiche sociali, è quello di utilizzare più tecniche artistiche contemporaneamente: proiezioni, fotografie, piattaforme multimediali, dipinti. Fino al 7 dicembre, ingresso libero.

I dinosauri sono protagonisti di una grande e suggestiva mostra dal titolo Dinosaur Invasion, dal 9 novembre 2019 fino al 12 gennaio 2019 in Viale Guidoni 206, accanto al Centro Sportivo Paganelli, noto anche come “le cupole” (zona Novoli-Olmatello). Organizzata in collaborazione con Firenze Pallanuoto e Liberi e Forti ASD (società cui andrà una parte degli incassi per l’efficientamento energetico dell’impianto sportivo), la mostra coinvolgerà non solo bambini, ma anche ragazzi e famiglie, grazie alla realizzazione di un parco giurassico a grandezza naturale che offrirà un’esperienza unica e dinamica di grande impatto: “l’invasione” vedrà protagonista infatti una trentina di dinosauri da osservare ciascuno nel proprio ambiente, ricreato con cura in 17 isole interamente scenografate. Ore: 9.30 – 19.30, dal lunedì alla domenica (chiusura biglietteria alle 18.30). Biglietti interi: € 13, ridotti: € 10, famiglia (4 persone): € 40, famiglia (5 persone): € 48; info e acquisto http://www.dinosaurinvasion.it/it/

La Collezione Roberto Casamonti allestita al Piano Nobile di Palazzo Bartolini Salimbeni (Piazza di Santa Trinita, 1), storico edificio rinascimentale opera di Baccio d’Agnolo, si rinnova totalmente con l’obiettivo di presentare e mettere a disposizione dei visitatori il fior fiore dell’ampia Collezione personale, raccolta dal noto gallerista fiorentino in 40 anni di appassionate ricerche. Nel primo anno sono stati esposti i capolavori della prima metà del Novecento, accolti con notevolissimo interesse da pubblico e critica. Ad essere rivelata è l’arte della seconda parte del secolo a partire dalla fine dagli anni Sessanta. www.collezionecasamonti.com

Negli spazi della Galleria Poggiali di Firenze (Via della Scala, 35/A e Via Benedetta, 3r)

Tornabuoni Arte (Lungarno Benvenuto Cellini 3) ospita un’ampia selezione dedicata a Renato Mambor, a cura di Federico Sardella e in collaborazione con l’archivio Mambor. La mostra, corredata da un approfondito catalogo, ripercorre il lavoro poliedrico dell’artista, tra i più originali della scena europea dell’arte durante la seconda metà del XX secolo, uno dei primi a sconfinare dalla pittura verso altri linguaggi: fotografia, cinema, performance, installazioni e teatro, per tornare comunque sempre alla pittura. Orari di apertura: lunedì – venerdì 9.00 / 13.00 – 15.30 / 19.30, sabato 10.30 /18.30. Fino al 30 novembre.

Nel Complesso museale della Pieve di San Pietro in Bossolo, a Tavarnelle Val di Pesa (FI), mostra di sculture “Colli rugosi e case sospese. Le impervie vedute di Adriano Bimbi”, curata da Antonio Natali, già Direttore della Galleria degli Uffizi. L’esposizione, che proseguirà fino al 1° dicembre 2019, è organizzata dall’Associazione Amici del Museo e dalla Proloco di Tavarnelle Val di Pesa, patrocinata dall’Unione Comunale del Chianti e sponsorizzata da Chianti Banca. Visitabile durante i fine settimana con ingresso libero, propone all’attenzione del pubblico una selezione di opere di Adriano Bimbi realizzate tra il 1983 e il 2019; si tratta di bronzi – paesaggi in miniatura sospesi – che poi l’artista colora oppure qua e là copre di foglia d’oro, come si faceva in antico.

Alla Fondazione Ragghianti di Lucca, dal 12 ottobre 2019 al 7 gennaio 2020, ci’è a mostra «Bernardo Bellotto 1740. Il viaggio in Toscana».

Al Palazzo Blu di Pisa è in corso Maestri del Futurismo. Le opere più significative del Futurismo, movimento artistico nato ufficialmente nel 1909 col Manifesto di Marinetti, si ritrovano nella mostra curata da Ada Masoero. Fino al 9 febbraio 2020.

A Livorno nel museo della città in piazza del Luogo Pio mostra Modigliani e l’avventura di Montparnasse. Capolavori dalle collezioni Netter e Alexandre nel centenario della morte di Modigliani; l’esposizione porta nella città che diede i natali al maestro 122 opere, fra cui 14 dipinti e 12 disegni di Modì. Ci sono dipinti e disegni appartenuti ai due collezionisti, Netter e Alexandre, che lo hanno accompagnato e sostenuto nella sua vita, e un centinaio di opere di artisti con cui aveva fatto amicizia come Maurice Utrillo, André Derain, Chaïm Soutine, la stessa compagna Jeanne Hébuterne, e altri come Suzanne Valadon, Moïsee Kisling, Maurice de Vlaminck. Fino al 16 febbraio 2020.

SETTIGNANO (FI)

Domenica 1 alle 13 alla Casa del popolo c’è la Companatica, con pranzo a 20 euro (bambini 10) per finanziare l’orchestra di cordofoni La Nuova Pippolese. Alle 15 concerto della Nuova Pippolese.

EMPOLI (FI)

Sabato 30 alle 11 all’Ospedale San Giuseppe di Empoli, si esibirà in concerto il duo di viole formato da Caterina Cioli e Pierpaolo Ricci, entrambi componenti dell’ORT Orchestra della Toscana. Il concerto è parte della rassegna Musica in Ospedale nella Città Metropolitana, sostenuto dalla Città Metropolitana di Firenze, e vede la collaborazione dell’associazione CFCM di Sovigliana e dell’Azienda USL Toscana Centro.

CERRETO GUIDI (FI)

Sabato 30 alle 21 alla Pieve di San Leonardo nel Comune di Cerreto Guidi concerto di alcuni professori dell’Orchestra del Maggio. Ingresso libero.

Domenica 1 alle 16.30 alla villa Medice Concerto monteverdiano con l’Ensemble L’Homme Armé. Ingresso libero.

FIGLINE VALDARNO (FI)

Domenica 1 alle 16.30 all’Ospedale Serristori di Figline Valdarno, per Musica in Ospedale nella Città Metropolitana, si esibisce il duo formato da Barbara Marunti (mezzosoprano) e Giulia Petrioli (arpa celtica), che trasporterà il pubblico in un viaggio alla scoperta della musica popolare. L’iniziativa è in collaborazione con Associazione Schumann di Figline Valdarno e Azienda USL Toscana Centro. Ingresso libero.

BAGNO A RIPOLI (FI)

Nell’ambito della Festa della Toscana e del progetto Tulipani Rossi sabato 30 alle 15 nella Sala consiliare 27°vertice antimafia e 7° summit mediterraneo.

LASTRA A SIGNA (FI)

A Villa Caruso di Bellosguardo (via di Bellosguardo  54) sabato 30 alle 21 Underwear Theatre presenta «La sposa infedele», con Annamaria De Vito (arpa celtica), Stefania Renieri (soprano), Filippo Frittelli (voce recitante). Il tema è l’amore nelle sue variegate sfaccettature; brani di Torquato Tasso, Rimbaud, Garcia Lorca, Pirandello, Milton a cui si alternano musiche di Morricone, De Vito e improvvisazioni. Ingresso libero con aperitivo di benvenuto.

PRATO

Domenica 1 alle 16 al Teatro Politeama Pratese (Via G. Garibaldi 33; 0574 603758) «Turandot» di Puccini, messa in scena (fuori abbonamento) dall’associazione Pratolirica – Amici della Musica in collaborazione con la scuola di musica Giuseppe Verdi di Prato. Sarà presentata da un cast di artisti che calcano i più prestigiosi palcoscenici nazionali e internazionali, insieme a giovani e promettenti cantanti, un coro lirico e un coro di voci bianche. Biglietti da 24 a 28 euro. Precederà alle 15 nel Ridotto del teatro l’incontro “TU(randot), che di gel sei cinta” con Goffredo Gori, giornalista de La Nazione, critico musicale, regista per teatro e televisione di opere liriche. www.politeamapratese.com

Domenica 1 alle 17.30 al Teatro del Convitto Cicognini (Piazza del Collegio 13), il Contempoartensemble presenta l’ultimo concerto di PlaYOuT2019. Ingresso gratuito.

MONSUMMANO TERME (PT)

Al Teatro Yves Montand domenica 1 alle 17 «I grandi walzer di Strauss nelle trascrizioni della Seconda Scuola di Vienna», con Maurizio Baglini (pianoforte), Daniele Giorgi (violino), Fanny Ravier (violino), Giulia Panchieri (viola), Silvia Chiesa (violoncello), Michele Ignelzi (harmonium). Programma: Robert Schumann, Quartetto con pianoforte op. 47; Johann Strauss (figlio) Schatzwalzer (Valzer del tesoro) op. 418 (trascrizione di A. Webern); Rosen aus dem Süden (Rose del sud) op. 388 (trascrizione di A. Schönberg); Wein, Weib und Gesang (Vino, donne e canto) op. 333 (trascrizione di A. Berg).Prima del concerto, la degustazione di prodotti del territorio a cura di Slow Food Valdinievole – Mercato della Terra di Montecatini Terme. Prevendita Biglietteria Teatro Montand 0572 954474 nei giorni di sabato 30 novembre (dalle 9.30 alle 13; dalle 16,30 alle 19.30) e domenica 1 dicembre (dalle ore 16) – info e prenotazioni 0573 991609.

PISA

Michele Riondino sarà protagonista ne Il maestro e Margherita, in scena al Teatro Verdi di Pisa sabato 30 alle 21 e domenica 1 dicembre alle 17. Regia di Andrea Baracco, dal romanzo di Bulgakov.

PONTEDERA (PI)

Sabato 30 alle 21 e domenica 1 alle 17.30, il regista del pluripremiato “Macbettu” Alessandro Serra ritorna al Teatro Era (Pontedera) con la creazione di danza e arte “L’ombra della sera”. In scena,  Chiara Michelini che evoca con il proprio corpo e i gesti la poetica dello scultore Alberto Giacometti. Biglietti da 8 a 12 euro. Biglietteria Teatro Era, Via Indipendenza, s.n.c. – Pontedera (Pisa). Telefono: 0587.213988.

MONTEPULCIANO (SI)

Fino all’Epifania c’è Natale a Montepulciano, grande mercatino natalizio con eventi e attrazioni per i bambini; dettagli su www.nataleamontepulciano.it

LORO CIUFFENNA (AR)

Domenica 1 al Museo Venturini / La Filanda concerto “Canti toscani” di Giuditta Scorcelletti e Stefano Cocco Cantini: alle ore 21 con un’anteprima acustica nelle sale del Museo Venturino Venturi e poi il concerto presso la Filanda alle 21.30. L’occasione è inserita nell’ambito delle iniziative che il Comune di Loro Ciuffenna organizza per la Festa della Toscana.  Un percorso di canzoni dagli Appennini alla Maremma, che parla di lavoro, migrazioni e lontananze. Un concerto dalle sonorità nuove e antiche allo stesso tempo, che vede come inediti protagonisti la voce e il sax. Giuditta Scorcelletti, candidata ai Grammy 2015 nella categoria folk, ha realizzato dischi dedicati alle poesie di Gianni Rodari e (con Maurizio Geri) a una straordinaria rilettura del repertorio di Violeta Parra. Stefano Cocco Cantini è uno dei sassofonisti e compositori più importanti del jazz italiano. Ingresso libero.

AREZZO

Nel centro storico c’è Arezzo Città del Natale: fino al 6 gennaio mercatini, attrazioni ed eventi. Dettagli su www.arezzocittadelnatale.it

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: