Da venerdì 6 dicembre al 6 gennaio

Firenze: torna «Natale al Cestello»: un mese di spettacoli sul palco dell’Oltrarno, un mese di spettacoli sul palco dell’Oltrarno

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

«Balocchi e carbone», che apre la rassegna

FIRENZE – Il Teatro di Cestello, storica sala di San Frediano, presenta la terza edizione di «Natale al Cestello»: un intero mese di spettacoli ed eventi a tema per tutte le età.

Si comincia venerdì 6 dicembre con “Balocchi e carbone” del Trio Vocale Le Signorine, al secolo Claudia Cecchini, Lucia Agostino e Benedetta Nistri. Una commedia musicale a tutto swing, davanti al caminetto, con band dal vivo, tra regali da incartare e il cenone da preparare. Repliche il 7 e 8 dicembre (l’8 alle 16,45). Lo spettacolo apre anche la terza edizione del Mindie, il festival del Musical Indipendente che proseguirà nei primi mesi del 2020.

Sempre il 6 dicembre, nel pomeriggio, l’inaugurazione della mostra sulle letterine e i biglietti di auguri attraverso i decenni del secolo scorso. Una magica atmosfera con arredi ad hoc accoglierà il pubblico.

Dal 14 al 22 sul palco arriverà la commedia brillante di Marc-Gilbert Sauvajon “Tredici a tavola”, una Vigilia tutta da ridere, per la regia e interpretazione di  Marco Predieri, con Maria Rita Scibetta, Martina Tarducci, Graziano Dei, Camilla Lippi, Duccio Cirri e Sergio Biagini.

Sarà quindi la volta della favola “Don Natale”, amori e intrighi sotto l’albero agli albori del 1800. Un libero adattamento dall’opera “Don Pasquale” di Donizetti per la regia di Marcello Ancillotti, il 21, 24 e 26 alle 16,30, il 27 e 28 alle 20,45.

Per tutti i bambini inoltre il pomeriggio del 24 dicembre è attesa la visita di Babbo Natale, mentre per l’ultimo dell’anno si brinderà come si brindava negli anni ’40, con il teatro di avanspettacolo, riproposto nella commedia di Oreste Pelagatti “Stasera Grande Rivista: Una notte sul Nilo”, diretta da Bruno Maresca, in scena anche il primo gennaio e poi dal 3 al 6.

Il 5 pomeriggio e la mattina del 6 gennaio, ma con un’incursione già nel pomeriggio del 14 dicembre, arriva anche la celebre vecchina sulla scopa, con la commedia per ragazzi di Elena Baistrocchi “la gobba della Befana”.

“Don Natale” e “La Gobba della Befana” danno il via anche il cartellone  di teatro per ragazzi “Ma che bel Cestello”, che vedrà impegnata la Compagnia Cantiere Obraz in tre produzioni ispirate alle novelle e al mondo di Gianni Rodari, inoltre La Compagnia della Rancia, a inizio febbraio, con “I Tre porcellini-Un musical curvy” e il Cenacolo dei Giovani con “Odissea” ad aprile, per la regia di Angela Tozzi. Le produzioni di cantiere Obraz sono nell’ordine “Abbasso la guerra” (8 e 15 febbraio), “I vestiti nuovi dell’Imperatore”, da Hans Christian Andersen (7 e 21 marzo) e il cavallo di battaglia “Alice Cascherina” il 4 aprile.

Informazioni in dettaglio su www.teatrocestello.it

Tag:, , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: