Skip to main content

Televisori: 10 milioni di apparecchi da buttare con nuovo segnale digitale (2022)

Entro il 2022 cambierà il segnale di ricezione dei canali televisivi, con il passaggio dall’attuale digitale terrestre (Dvb T) a un nuovo standard (Dvb T2). E già a partire da dicembre il bonus tv agevolerà il passaggio. Si calcola che
circa 18 milioni di famiglie italiane si ritroveranno così a sostituire i propri televisori buttando via quelli obsoleti. Secondo Remedia, consorzio che gestisce i Raee (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, il 65% provenienti da tv e monitor), stima una raccolta in Italia di 10 milioni di tv obsoleti, che saranno generati secondo un preciso calendario che scandisce il passaggio di trasmissione digitale.
Ma come smaltire correttamente decoder e tv? Innanzitutto, non tutti gli apparecchi sono da buttare: si può verificare la compatibilità del proprio dispositivo alla nuova tecnologia, controllando che la scheda tecnica di Tv o decoder abbia il bollino DvbT2. In generale se il prodotto è stato acquistato dal 1 gennaio 2017, è sicuramente già
compatibile con il nuovo digitale terrestre.
Il consumatore che vuole liberarsi del vecchio televisore o decoder ha diritto a consegnarlo gratuitamente al punto vendita al momento dell’acquisto del nuovo apparecchio, grazie al servizio ”Uno contro uno”. In alternativa, potrà portare il prodotto ormai in disuso presso l’isola ecologica del proprio comune di riferimento.

cambio, digitale, tv

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741