Il presidente americano su Twitter

Morte Soleimani: c’è rischio di guerra vera. Trump: «Doveva essere ucciso anni fa»

Manifestazione contro gli Usa, a Teheran, dopo l’uccisione del generale Soleimani, con un drone americano

TEHERAN (IRAN) – Il rischio di una guerra vera, ora è molto alto. Usa e Iran sono pronti a sparare. Decine di migliaia di persone sono scese in piazza a Teheran in una manifestazione di protesta contro i crimini degli Usa, dopo l’attacco con un drone in cui è morto il generale iraniano Soleimani.

Secondo il presidente Usa, Donald Trump, il generale doveva essere ucciso prima. «Ha ucciso o ferito gravemente migliaia di americani durante un lungo arco di tempo e stava complottando per ucciderne molti altri… ma è stato preso!»: ha twittato Trump, secondo cui Soleimani «è stato direttamente e indirettamente responsabile per la morte di milioni di persone, compreso un grande numero di manifestanti uccisi di recente nello stesso Iran. Doveva essere fatto fuori molti anni fa!». Ma la reazione iraniana minaccia di essere molto forte. Gli Usa hanno inviato altri 3.500 soldati in Medio Oriente.

Iran, Soleimani, Teheran, Trump, usa


Ernesto Giusti


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080