Militari italiani trasferiti dall’Iraq in Kuwait con aereo militare Usa, la missione continua

Iran: missili contro basi Usa in Iraq

Ci hanno confortato le notizie positive, per fortuna, sulla sorte dei nostri militari presenti nel distaccamento americano bombardato dagli iraniani: le nostre truppe si erano rifugiate per tempo nell’apposito bunker e quindi non hanno patito danni.

Ma sulla Stampa Nicola Pinna ci rivela un’altra mossa studiata per portare le truppe alleate lontano dai pericoli di attacchi degli islamici. Un aereo statunitense ha portato in Kuwait i militari italiani. Decollato senza preavviso è atterrato sulla pista di Al Jahrah quando in Italia erano quasi le quattro del mattino.

Questa missione, ovviamente segreta e di cui nessuno doveva sapere in anticipo si è conclusa in 9 ore e senza danni: i militari che erano nel mirino dei mortai a Baghdad sono stati portati al sicuro  da un C17 dell’Us Air Force, che ha trasportato soldati di diverse nazionalità: tutti quelli che da mesi operavano per conto della Nato all’interno del compound di Union3.

Tra loro c’è anche un contingente italiani: è solo il primo gruppo, perché il resto delle truppe (prevalentemente carabinieri e specialisti dell’Esercito) ha abbandonato la capitale irachena nel corso delle ore successive. Lo sgombero è stato deciso dalla Nato d’intesa con lo Stato maggiore della Difesa italiana, che ha ordinato il via all’operazione.

L’Italia, comunque, non abbandona l’Iraq; il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini rassicura sull’impegno italiano anche il Segretario alla Difesa Usa, Mark Esper. Un lungo colloquio telefonico per richiedere maggiore coordinamento diplomatico e militare agli alleati statunitensi e prendere l’impegno a salvaguardare i buoni rapporti di collaborazione con il governo iracheno e a non «disperdere i risultati ottenuti negli ultimi anni nel contrasto al terrorismo». Questa la strategia italiana e dal Pentagono il ringraziamento per l’Italia è arrivato via tweet: «Per la determinazione, l’impegno a mantenere le forze a Baghdad e per la stabilità irachena».

italiani. Kuwait, militari

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080