I fatti e le negligenze sono evidenti

Buche piazza Brunelleschi: il Pd difende Nardella, e attacca le opposizioni, che fanno il loro mestiere

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica, Top News

FIRENZE – «Credevano forse che a questa amministrazione mancassero fermezza e trasparenza. Si sbagliavano di grosso. Il sindaco interverrà nel prossimo consiglio comunale sulla situazione della Sas, non certo per i solleciti arrivati dai banchi dell’opposizione. Non prendiamo lezioni di senso delle istituzioni e responsabilità. I colleghi della Lega rivendicano vittorie che non esistono. Non abbiamo bisogno dei loro suggerimenti per prendere le decisioni giuste su una questione che ci ha visto fin da subito in prima linea per far emergere storture e contrastare ogni forma di illegalità. Le opposizioni dimostrano inoltre ancora una volta di aver fatto tanto rumore per nulla in questi giorni, chiedendo un confronto che sarebbe arrivato sì, ma al momento giusto. Non lunedì scorso ad esempio, quando ancora il quadro dell’inchiesta era tutto in divenire ma evidentemente era troppo ghiotta l’occasione di cercare
visibilità».

Così Nicola Armentano, Benedetta Albanese e Letizia Perini, il capogruppo e le due vicecapogruppo Pd, e Mimma Dardano, capogruppo lista Nardella.

«’In merito alla richiesta di dimissioni dell’assessore Gianassi da parte del collega Bussolin – aggiungono Armentano, Albanese, Perini e Dardano – riteniamo sia paradossale, ridicola e anche offensiva se pensiamo che lo stesso Gianassi da assessore alla Polizia municipale nella scorsa legislatura ha dato impulso al contrasto del fenomeno dei parcheggiatori abusivi richiedendo azioni energiche e approfondite dalle quali è scaturita appunto l’indagine – motivazione risibile, poi, che oggi a distanza di pochi mesi si trovi a rivestire un’altra delega, quella alle Partecipate. Forse per Bussolin è troppo riconoscere apertamente questo impegno ma almeno avere l’onestà intellettuale di evitare certe uscite non guasterebbe. – concludono – Su questa vicenda è necessaria la massima serietà e non tutta questa demagogia a cui diciamo sonoramente basta».

Una difesa d’ufficio che suona stonata, visti i fatti.

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: