Fiorentina-Atalanta (sabato, ore 15, Sky): battere ancora Gasperini. Torna Castrovilli. Formazioni

Gaetano Castrovilli: dovrebbe essere in campo contro l’Atalanta

FIRENZE – Riecco l’Atalanta. E, probabilmente, riecco di nuovo in campo Gaetano Castrovilli, sulle cui condizioni si è mostrato ottimista Beppe Iachini. L’imperativo, anche per i tifosi, è battere nuovamente Gasperini. L’allenatore, ovvio, mostra amarezza per le ultime due sconfitte, con l’Inter a San Siro in Coppa Italia (con il rigore negato a Caceres) e con la Juve, a Torino, soprattutto per colpa di due rigori, visti e rivisti alla moviola, ma mai digeriti. Iachini afferma: «C’e’ amarezza perchè nelle ultime due partite contro l’Inter a San Siro e contro la Juventus avevamo fatto due ottime gare, dal risultato bugiardo e penalizzante per noi perchè siamo sempre stati in partita e abbiamo tirato come e più degli avversari. Ma ora giriamo pagina e pensiamo in maniera positiva». Contro l’Atalanta e Gasperini c’è una nuova sfida da vincere: sul campo e fuori.

IACHINI – Prova a concentrarsi sul campo e sul futuro che attende la sua Fiorentina in campionato, che significa sfida al Franchi contro l’Atalanta, Beppe Iachini. Settimana non semplice per il tecnico viola, chiamato a riportare la concentrazione sul campo dopo le polemiche seguite alla gara di Torino con i bianconeri. «Affrontiamo un avversario importante e dobbiamo cercare di fare una partita più che perfetta contro una squadra che si conosce molto bene, e che gioca a memoria visto che stanno insieme da quattro anni – ha sottolineato Iachini – Dobbiamo fare una grande prestazione. L’Atalanta è una squadra che ti viene addosso, che ha giocatori forti e tecnicamente molto bravi e che con una giocata possono mettere la partita nei binari a loro più00 congeniali. Ilicic, Gomez, Zapata, Malinovskyi, Pasalic, Freuler, sono sinonimi di qualità». Iachini ha anche fatto sapere che Castrovilli dovrebbe essere convocato, mentre Duncan ha ripreso solo ieri a lavorare sul campo con i fisioterapisti e dunque difficilmente sarà a disposizione. Mentre Caceres rientrerà dall’Uruguay, dove si è recato due giorni fa per risolvere delle vicende personali, soltanto nella serata di oggi.

ARBITRI – Ancora Iachini: «Dovremo fare una grande partita sul piano dell’organizzazione di gioco, nelle due fasi e anche sotto l’aspetto dell’intensità perchè dobbiamo andare ai loro livelli». La sfida contro l’Atalanta sarà anche il ritorno al Franchi di Gasperini, che lunedì, premiato con la Panchina d’Oro, ha teso idealmente la mano alla tifoseria gigliata, scusandosi per i toni accesi dell’ultima sfida di Coppa Italia. «Ora dobbiamo pensare al campo e sono convinto che anche i nostri tifosi saranno concentrati sulla partita e a fare il tifo per la nostra squadra – ha commentato Iachini – Sul campo ci sono degli sfottò che sono sempre esistiti ed esisteranno sempre, il tifoso fiorentino è simpatico e ironico e sono convinto che si concentrerà sulla nostra squadra e sulla nostra partita. Ci sono state in precedenza delle polemiche, ma ora è bello chiudere e ricominciare a pensare a quello che dobbiamo fare noi». A proposito di polemiche, è inevitabile tornare allo sfogo di Commisso. «Sarà bene in questa fase smorzare gli animi. Ci sono state delle situazioni che ovviamente il presidente Commisso ha esternato dopo la partita contro la Juventus, magari ha avuto l’impressione che nell’ultimo periodo ci siano stati degli episodi non valutati alla stessa maniera e penalizzanti per la squadra. E’ stato uno sfogo – ha detto ancora Iachini – Ora dobbiamo rientrare nei binari più giusti e tornare a parlare di calcio. Le parole di Fonseca sulla discrezionalità degli arbitraggi in Italia? Nel primo anno, quando c’era un episodio, a prescindere si andava a vedere il Var. Oggi mi sembra che sia tornata una certa discrezionalità. Dobbiamo trovare una linea unica, se c’è la Var e c’è un episodio, e’ giusto andarlo a rivedere. Inutile fare un passo in avanti e poi farne tre indietro. Però abbiamo arbitri bravi e un designatore molto preparato perchè so, quando si va nelle riunioni, come lavorano. Dobbiamo ragionare in maniera positiva affinchè le cose migliorino in futuro».

RIBERY – Frank Ribery questa mattina, 7 febbraio, a Monaco di Baviera si è sottoposto a un intervento per rimuovere dei mezzi di sintesi (in sostanza delle viti) applicati in seguito all’operazione alla caviglia destra infortunata. E’ quanto ha reso noto il club Viola che sottolinea come «da lunedì 10 febbraio, il calciatore potrà iniziare il ricondizionamento atletico attraverso lavoro individuale, in palestra e sul campo».

GASPERINI – Tornare a Firenze poche settimane dopo quanto accaduto nel match di Coppa Italia, non e’ un qualcosa che preoccupi Gian Piero Gasperini. Il tecnico dell’Atalanta e’ concentrato solo sulla sfida contro i viola di Iachini e ai cori del Franchi dice di non pensare. «Le polemiche legate al passato non mi interessano, penso esclusivamente alla trasferta di Firenze sul campo, consapevole delle difficolta’ che incontreremo anche perchè la squadra vale molto più rispetto a quello che mostra la classifica. Le statistiche dicono che l’Atalanta non espugna l’Artemio Franchi da una vita: cercheremo di fare il meglio per
ottenere i punti in palio». Per quanto riguarda la formazione il mister non potra’ utilizzare lo squalificato De Roon che dovrebbe essere sostituito da Freuler affiancato da Pasalic. In avanti Gomez (trequartista) e la coppia-bomber Ilicic (ex a quota 14 gol) e Zapata.

SINDACI – «Crediamo che le rivalità facciano bene al calcio e, anzi, che siano una delle cose belle di questo sport. Lo sfottò, l’attesa della partita, i cori, gli striscioni sono parte irrinunciabile del calcio, soprattutto nel nostro Paese, con una storia di campanilismi spesso accesi, anche tra quartieri e contrade.
Fiorentina vs Atalanta è una di queste rivalità, sfociata di recente in alcuni episodi di cronaca che speriamo non si ripetano in futuro». Lo dichiarano, in una nota congiunta, i sindaci di Firenze, Dario Nardella, e di Bergamo, Giorgio Gori, alla vigilia di Fiorentina-Atalanta.

«Anche per questo saremo allo stadio insieme domani – continuano i due sindaci – Speriamo di potersi finalmente lasciare alle spalle gli episodi spiacevoli che hanno caratterizzato questa sfida negli ultimi mesi: dai cori razzisti a Dalbert agli insulti a Gasperini agli incidenti fuori dallo stadio. Godiamoci allora questa sfida – concludono Nardella e Gori – Come tutti i tifosi viola e nerazzurri, ciascuno di noi tifa per la propria squadra e spera solo nei 3 punti, per poter poi prendere in giro amichevolmente il collega e amico sindaco, fino alla prossima sfida».

 

Probabili formazioni

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Igor; Lirola, Benassi, Pulgar, Castrovilli, Dalbert; Chiesa, Cutrone.

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Hateboer, Freuler, Pasalic, Gosens; Gomez; Ilicic, Zapata.

Arbitro: Mariani (Aprilia)

Atalanta, Dario Nardella, Fiorentina, Gasperini, Giorgio Gori, Iachini, Ribery


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
Scrivi al Direttore

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080