Le dichiarazioni del capo dello sport italiano

Malagò: lo sport si deve fermare nelle zone a rischio

Il presidente del Coni Giovanni Malago ANSA/GIUSEPPE LAMI

MONTALCINO – Sono in contatto con le autorità che hanno la responsabilità, il diritto e dovere di prendere iniziative e precauzioni. Se ci sono autorità governative e rappresentanze locali che faranno ordinanze per la sicurezza dei cittadini, lo sport si deve immediatamente adeguare. Lo ha detto a proposito dell’emergenza coronavirus il presidente del Coni, Giovanni Malagò, a margine di Benvenuto Brunello a Montalcino (Siena). “Se c’è una manifestazione dove si verifica uno di questi casi, lì lo sport si deve fermare”, ha aggiunto

fermata, Malagò, sport


Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080