Il comportamento del premier

Salvini: Conte non risponde, si rivolge a Mattarella indicando le proposte della Lega

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica

Conte e Salvini

ROMA – Il Parlamento non funziona, Conte non dà ascolto alla Lega, in modo molto poco istituzionale, dopo che ha chiesto la collaborazione di tutti. Quindi a Salvini non resta che rivolgersi, obtorto collo, a Mattarella: «Presidente ci rivolgiamo a Lei perchè altri non ci ascoltano, per chiedere a nome di milioni di italiani cinque interventi immediati. Presidente Mattarella, ci affidiamo Lei -ribadisce il leader del Carroccio- visto che altri non sembrano abbiano voglia e tempo di ascoltarci. Chiudere tutte le attività che non sono vitali per il Paese. Lo chiedono a gran voce, lo implorano medici, infermieri, anestesisti, imprenditori, lavoratori. E’ il momento di chiudere tutto e mettere insicurezza la vita dei nostri figli. Obbligare il governo a fornire di mascherine, camici e tutto il materiale sanitario necessario agli operatori della sanità, i medici i trincea ele Forze dell’Ordine. Non è possibile morire come servitori di uno Stato che ti dimentica. Un anno di pace fiscale, svegliare Europa che dorme, riaprire Parlamento».

Per Salvini è inoltre «necessario tranquillizzare tutti gli imprenditori e i lavoratori che sono chiusi a casa responsabilmente, garantendo un anno di pace fiscale: moratoria fiscale, sospensione di tutte le tasse locali e statali per tutto il 2020. Occorre poi svegliare un’Europa che dorme e che si ricorda dell’Italia e dei cittadini europei solo quandosi tratta di incassare. Infine Salvini chiede di riaprire il Parlamento e permettere a noi di svolgere il nostro mestiere, come fanno tanti altri lavoratori italiani in prima linea. Abbiamo voglia di portare a Roma idee, proposte, soluzioni e contributi».

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: