Coronavirus, Arcuri: «App sarà volontaria». Giorgia Meloni: «Scandalo: agli immigrati no e agli italiani sì»

ROMA – La app sarà e resterà volontaria. Lo ha precisato il commissario per l’emergenza coronavirus, Domenico Arcuri, nel punto stampa di oggi. «Se non fossimo tutti protagonisti di una tragedia dovrei rispondere che è una farsa immaginare che possa uscire solo chi ha scaricato la app», ha detto Arcuri parlando di una semplificazione massima. Rispondendo poi a una domanda sull’ipotesi di un braccialetto per chi non scarica la app, Arcuri ha concluso che non l’avevo sentita, l’app sarà l’unico strumento.

Ma in serata Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, ospite di Barbara Palombelli a Stasera Italia, ha attaccato duramente: «E’ una cosa inconcepibile. Prima di tutto dati così sensibili devono essere gestiti dal governo e non affidati a società estere. Eppoi, perchè Conte non è venuto a spiegare di che cosa si tratta. Eppoi c’è un’altra cosa che non orna: come mai quando chiedevamo d’intercettare gli immigrati clandestini ci spiegavano che non si poteva usare la tecnologia, mentre ora la stessa tecnologia si vuole usare per schedare gli italiani».

app, Barbara Palombelli, coronavirus, Domenico Arcuri, Giorgia Meloni


Ernesto Giusti


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080