Nel mirino i ritardi del Governo

Artigianato, Toscana: 80mila lavoratori ancora senza la Cig di aprile, protestano le associazioni

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia, Politica

ANSA/ANGELO CARCONI

FIRENZE – Quasi 80 mila lavoratori (sui100 mila complessivi) dell’artigianato toscano per cui le aziende, ben19 mila, hanno fatto ricorso alle prestazioni di Fsba (la cassa integrazione degli artigiani) a metà di luglio non hanno ancora percepito i compensi di aprile, perché il governo ha trasferito a Fsba solo un terzo delle risorse stanziate per marzo e aprile.  «Una situazione inaccettabile –  dicono a una voce Cgil, Cisl, Uil, Cna, Confartigianato e Casartigiani della Toscana – che rivolgono al governo’un appello accorato e preoccupato per chiedere di ‘procedere con celerità alla liquidazione di quanto stanziato a maggio e di ‘rifinanziare gli ammortizzatori sociali e prolungare le 18 settimanepreviste attualmente per il Covid. Molti di questi lavoratori -spiegano le associazioni- non sono ancorarientrati al lavoro e, quindi, non percepiscono alcunché da tre mesi: una situazione allarmante, profondamente ingiusta e non più sostenibile».

«Ci siamo dovuti scontrare -dicono Cgil, Cisl, Uil, Cna, Confartigianato e Casartigiani- con la impressionante lentezza del Governo nell’erogare le risorse che, sebbene previste nel decreto del 19 maggio, sono arrivate nelle casse di Fsba solo per circa un terzo il 26 giugno. Con questa prima tranche siamo riusciti a completare il pagamento di marzo e circa un quarto del totale di aprile. Ad oggi siamo in attesa, senza alcuna certezza sui tempi, che ci vengano corrisposte le ulteriori due tranche per completare il pagamento di aprile. Mentre non esiste alcuna certezza riguardo ai mesi successivi»

“Il decreto di maggio -ricordano le associazioni di lavoratori e imprese- ha vietato i licenziamenti fino al 17 di agosto, in un contesto in cui le aziende lavorano mediamente al 50% del loro potenziale e, in alcuni casi, non lavorano proprio. Ilgoverno ha, a più riprese, promesso di non lasciare nessuno senza tutele, mentre ci scontriamo con una realtà dove decine di migliaia dilavoratori si trovano a non aver percepito la mensilità di aprile e a non avere alcuna certezza per i mesi successivi: crediamo che la situazione sia allarmante e debba essere affrontata con la massima celerità e determinazione”, concludono le associazioni.

Tag:, , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: