Chiarendo che la sua era stata una provocazione

Bonus di 600 euro: Bocci si dimette da coordinatore del Centrodestra a Firenze

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Politica, Top News

Ubaldo Bocci, già candidato sindaco
ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI

FIRENZE – Ha decisodi dimettersi, Ubaldo Bocci, coordinatore del Centrodestra nel Consiglio comunale di Firenze, dopo aver ottenuto i 600 euro del bonus Covid-19 destinato ai professionisti in difficoltà. L’esponente civico, candidato sindaco nelle elezioni amministrative tenutesi nel 2019, poi sconfitto da Dario Nardella, ha preso la decisione di rimettere il proprio mandato di coordinatore del Centrodestra a Palazzo Vecchio proprio in seguito alle polemiche scoppiate dopo la rivelazione di aver ottenuto per due volte il bonus Inps da 600 euro, richiesto, come lui stesso ha dichiarato, come forma di provocazione contro il governo Conte pasticcione, per far capire che la legge era sbagliata, affermando poi di aver girato quei soldi ricevuti in beneficenza a due associazioni che si occupano di disabili e poveri.

«Mi rendo conto di essere un elemento di disagio per i partiti del Centrodestra, per questo faccio un passo indietro – ha dichiarato
Bocci Rimetto il mio mandato ai partiti del centrodestra, lo dico con spirito di servizio. Posso dire però di aver mostrato i bonifici per devolvere i soldi in beneficenza, cosa che ho fatto ben prima che scoppiasse il caso dei parlamentari che hanno chiesto il bonus».

Tag:, ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: