Firenze: lo scooter come deposito della droga. Ce n’erano 6 etti. Due arresti

Controlli della Polizia di Stato

FIRENZE – Utilizzavano il sottosella di uno scooter parcheggiato come deposito della droga: la Polizia di Stato arresta due cittadini marocchini. Nel tardo pomeriggio di ieri, 12 agosto, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in concorso, la Polizia di Stato ha arrestato due cittadini marocchini di 24 e 33 anni.

Intorno alle 19.00 gli agenti del Commissariato di Rifredi hanno notato in via Mercadante il passeggero di un’autovettura, ferma in mezzo alla strada, scendere dal mezzo e avvicinarsi ad uno scooter regolarmente parcheggiato. L’uomo, il 33enne poi finito in manette e già noto ai poliziotti, ha aperto il vano sottosella del ciclomotore e ha preso un panetto di colore scuro. Alla vista della pattuglia quest’ultimo ha tentato di disfarsi di quanto prelevato gettandolo a terra, mentre l’autovettura con a bordo l’altro cittadino magrebino (il 24enne), nel frattempo era ripartita verso piazza Puccini.

La Polizia ha fermato entrambi, recuperando anche il panetto da terra poi risultato contenere quasi 100 grammi di hashish. Nel vano sottosella gli agenti hanno poi scoperto altri cinque panetti dello stesso stupefacente. Complessivamente sono stati sequestrati poco meno di 6 etti di droga che avrebbero potuto fruttare sul mercato illecito degli stupefacenti intorno ai 6000 euro.

deposito droga, due arresti, Polizia, rifredi, scooter, sequestrati 6 etti


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080