Spaccio alle Cascine: arrestato 23enne guineano, controlli del Carabinieri

FIRENZE – Proseguono i controlli all’interno del Parco delle Cascine, a Firenze. Dopo la vasta operazione del 2 luglio scorso, nel corso della quale i carabinieri del Comando Provinciale di Firenze avevano eseguito provvedimenti cautelari, tra arresti e divieti di dimora nella provincia di Firenze, nei confronti di 35 extracomunitari dediti allo spaccio continuato e permanente all’interno del parco, i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Firenze Oltrarno hanno continuato a monitorare la zona.

Alcune delle persone colpite dal provvedimento di divieto di dimora sono state infatti sorprese nuovamente a stazionare nell’area verde, motivo per cui è stata avanzata all’autorità giudiziaria richiesta di aggravamento della misura cautelare originariamente imposta. Ieri un guineano di 23 anni, già più volte segnalato per la violazione delle prescrizioni imposte, è stato nuovamente sorpreso all’interno del parco, ma stavolta per lui è scattato l’arresto, in esecuzione della misura cautelare emessa dal Gip di Firenze, ed è stato associato al carcere di Sollicciano. Già altri due indagati erano stati destinatari di un medesimo provvedimento, poiché anch’essi sorpresi a violare le prescrizioni imposte, ed i controlli dei carabinieri all’interno del parco proseguono.

arresti, cascine, migranti, spaccio

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080