Da mercoledì 27 a domenica 30 agosto

Al Parco dell’Anconella Firenze Suona presenta «Radici in festa»

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Claudia Bombardella, fra gli ospiti del festival

FIRENZE – Al Parco dell’Anconella l’Associazione Culturale Firenze Suona presenta il festival «Radici in festa», una quattro giorni di musica dal vivo a ingresso libero che, dalle 19 di ogni serata, coinvolge quaranta artisti.

Più che un semplice concerto sarà una grandissima festa, l’incontro di musicisti che arriveranno da tante parti d’Italia (Toscana, Liguria, Emilia Romagna, Sardegna…) e che sono tutti raggruppati sotto il marchio RadiciMusic Records. Vari i generi, varie le formazioni, diverse le proposte musicali, diversi i tipi di strumenti usati (dai più folk e inusuali, ai più classici e conosciuti), ma tutte proposte d’eccellenza. Una festa, un modo per stare insieme  in allegria con tantissima bella musica da ascoltare e scoprire. Questo il programma:

GIOVEDì 27 AGOSTO

PAOLA MASSONI (LUCCA) – Soprano, autrice, pianista, compositrice, duttile voce della pop lirica italiana, dalla personalità poliedrica, particolarmente apprezzata per le sue doti attoriali e la sua espressività. Autrice di spettacoli teatrali musicali, libri e Album musicali. Genere: lirica pop.

KATIA PESTI E GABIN DABIRÈ (FIRENZE) – L’uso del pianoforte preparato, insieme ai rejong balinesi, al bendir e altre percussioni di Katia; la voce profonda e suadente di Gabin e le sue percussioni, creano nel loro insieme un sound del tutto originale.  I due musicisti riescono ad attraversare insieme quel sottile confine tra timbro e armonia con un respiro del tutto personale. Genere: world/contemporanea.

MAURO MANICARDI E MONICA MILTON (LA SPEZIA) – Organettista spezzino, Mauro Manicardi vanta un lungo percorso artistico, intrapreso alla fine degli anni Settanta con le ricerche sul campo tra la Val di Magra in Lunigiana e la Val di Vara dal 1992 al 2002. Fondatore dello storico gruppo folk Tandarandan. Qui in coppia con Monica Milton alla fisa, tra balfolk e composizioni originali. Genere: folk.

PIERO LANINI (AREZZO) – Il 1975 è l’inizio della vita da autore, e già si percepisce il suo essere polemico, dissacratore delle situazioni ma amante delle cose della vita e dell’amore.

“Cantautore casentinese con una passione viscerale per la grafica e per il linguaggio con anche la capacità come suonatore di chitarra ed una voglia che ha attraversato tutte le età della mia esistenza per lo scrivere, cantare.” genere: Musica d’autore.

AVENIDA SUD (MODENA) – Ispirato omaggio alla canzone napoletana e al tango. L’irrefrenabile e spontanea allegria napoletana, la malinconia struggente e la passionalità del tango si fondono con la creatività di queste artiste in uno spettacolo originale e contagioso. Il sud, luce dell’anima, viaggia nelle canzoni, in questo caso fra il porto di Napoli e quello di Buenos Aires. Genere: musica d’autore.

VENERDì 28 AGOSTO

SCUSE INUTILI (AREZZO) – Tre ragazzi con un’idea di progetto ben chiara in mente: fare musica piacevole, cercando le melodie accattivanti dell’indie italiano, senza lesinare però nel graffiare con potenti riff, perfettamente in scia con la consolidatissima tradizione dell’alternative rock. Genere: indie/rock. Presentano l’ultimo CD “Come pensi di scappare”.

CALIMANI (AREZZO) – Nascono a fine 2016 con l’obiettivo di riportare alla luce il folk nella scena pop italiana. Il progetto parte dall’essenziale: ukulele, batteria e voci. Forte personalità e sfacciata ironia rendono i Calimani portavoce di una generazione di ragazzi semplici e dei loro problemi con la quotidianità, ai quali si affacciano con uno sguardo disincantato, provocatorio e soprattutto, autoironico. Genere: Alternative Rock italiano.

IVAN FRANCESCO BALLERINI E ALBERTO CHECCACCI (VALDARNO) – Ballerini, con splendide immagini sonore legate e prati e praterie sconfinate, realizza un disco che è la metafora del dilagante degrado della civiltà umana che troppo spesso si tramuta in inciviltà, votata all’autodistruzione e alla manipolazione. La maggiore abilità che Ballerini sapientemente sperimenta nel lavoro in questione è la grande capacità di saper dipingere con le note i ritratti degli scenari, dei luoghi, delle persone e delle sensazioni in maniera ammaliante. Genere: musica d’autore

ROBERTO SARNO (AREZZO) – Tenebroso, intimista, una voce significativamente dark, una strumentazione, come lui stesso afferma, volutamente essenziale, privo di post produzioni e orchestrazioni, per rendere immediatamente la drammaticità delle sue composizioni. Presentazione ultimo CD “Prova zero”. Genere: indie/rock

SABATO 29 AGOSTO

MASSIMO GIUNTINI e SILVIO TROTTA in LIBEROARBITRIO (AREZZO) – Massimo Giuntini musicista aretino dal cuore celtico e Silvio Trotta ”musicante” molisano immerso nei suoni popolari del sud uniscono la loro passione per la musica in una ricerca originale di continuità tra le pieghe multiple del mondo poliedrico del folk. Il suoni vibranti delle uilleann pipes irlandesi si sposano con le corde intrise di tradizione italiana e strutturano un repertorio che testimonia la possibilità di superare i confini geografici in un incontro naturale tra le culture. Genere: folk.
OSPITE: CLAUDIA BOMBARDELLA – CANTANTE – POLISTRUMENTISTA – COMPOSITRICE – RICERCATRICE – Compone e arrangia da anni le musiche per i suoi spettacoli e per formazioni anche ambiziose come orchestre e cori.

ANDREA ANDRILLO (CAGLIARI) – Si parte dall’hardcore punk. Andrea Andrillo, nome d’arte o di necessità, cantautore cagliaritano. Sì,hardcore punk, perché per scrivere queste canzoni totali, che hanno del pop, del cantautorato folk e del rock tanti elementi affini, si parte da ascolti di estrazione lontana anni luce: hardcore punk, thrash metal, stoner rock, ma anche elettronica, techno, classica. Genere: musica d’autore.

GIACOMO DEIANA (CAGLIARI) – Sensazioni di pulito e di serenità, di vita buona e di aria pulita. Ma anche e soprattutto sensazioni di trasparenza dietro il suono soltanto… e le visioni che arrivano sono contadine e quotidiane. Il nuovissimo disco di Giacomo Deiana é Single… quasi a fotografare l’anima di un lavoro di sola chitarra e voce (almeno nella sua quasi totalità)… da “single” però non è il modo di starci dentro visto che in queste nuove scritture troviamo belle collaborazione come Max Manfredi o Andrea Andrillo. Genere: musica d’autore.

ALEX SAVELLI & NOSTRESS (BOLOGNA) – Alex Savelli è un nome importante per il nuovo Progressive Rock Italiano. Quello che nel tempo ho sempre apprezzato della filosofia musicale del cantante e chitarrista bolognese è la libertà totale con cui si è sempre saputo muovere. Un artista che sembra essere fuori del tempo, relegato ad un modus operandi non più attuale, capace di esprimere solo ed esclusivamente ciò che prova al momento, non curando l’aspetto popolare, piaccia o meno ha sempre realizzato musica sentita e vissuta al momento senza compromessi.
Con lui i NoStress, trio acustico bolognese formatosi nel 2013 e composto da Jeanine Heirani (voce, chitarra, basso, piano), Paolo Lapiddi (basso) e Max Bertusi (batteria, percussioni). Genere: rock d’autore. Presentano il loro ultimo CD “Doing nothing”.

FEMINA RIDENS (FIRENZE) – Dopo i primi due album (“Femina Ridens”, 2013 e “Schiaffi”, 2015) che hanno catalizzato l’attenzione della stampa e del pubblico anche grazie a lunghi tour in tutta Italia, Francesca Messina e Massimiliano Lo Sardo presentano alcuni brani del loro nuovo lavoro folk che affonda le radici nella musica profana medievale. In questo nuovo capitolo Femina Ridens si avvale della collaborazione di Nicola Savelli alle percussioni ed Alice Chiari al violoncello.

DOMENICA 30 AGOSTO

SILVIA CONTI  & BOB MANGIONE (FIRENZE) OSPITE: GIANFILIPPO BONI – A piedi nudi (psichedeliche ipnotiche nudità) è l’album che segna il ritorno discografico della bohémienne fiorentina Silvia Conti. Un lavoro che «nasce per caso», come lei dichiara, liberando la sua creatività in un pop-rock d’autore sospeso tra temi personali e sociali. Con la direzione artistica di Gianfilippo Boni e del musicista Roberto BOB  Mangione (autore anche di alcuni brani, oltre che compagno di vita di Silvia), quest’album è stato anticipato dal singolo Tom Tom: «Ho passato un periodo davvero molto difficile e questo brano è la mia personale catarsi di quel brutto momento; rappresenta anche il mio modo di affrontare le avversità: mento rivolto al sole!». Genere: musica d’autore.

ULTIMARATA & FONTANA (FIRENZE) – Il Disco “Natura Studio” di Ultimarata & Fontana è un progetto musicale di ben 19 brani scritto a 4 mani e nato dall’incontro dei due autori e compositori, Alessio “Ultimarata” Colosi e Emanuele Fontana, meglio conosciuto nell’ambiente musicale come Lele Fontana. È stato scritto, arrangiato e prodotto nel “Natura Studio”, non solo uno studio di registrazione, ma un luogo magico di appuntamento creativo, scambio di idee e sensazioni tradotte in musica. Storie di relazioni, di dubbi e perversioni, di fughe dai demoni della mente, e di belle emozioni. Questo disco rappresenta il meglio di questo incontro. Genere: musica d’autore. Presentazione ufficiale del loro ultimo CD “Natura Studio”.

SYNTHAGMA PROJECT (VALDORCIA – SI) – “Synthagma” nasce nel 2015 come “side project” degli “InChanto”, gruppo presente da molti anni sulla scena neo-folk italiana con numerosi CD all’attivo e concerti in tutta Italia e all’estero. “Terra, acqua, aria, fuoco: elementi naturali da cui trae origine ogni sostanza di cui è composta la materia. La terra, ovvero la solidità e l’inerzia. L’acqua, ovvero la misura dello spazio e del tempo, la creazione. L’aria, ossia la vibrazione, gli opposti complementari. Il fuoco, il calore e la totalità. L’unione di tutti questi elementi dà vita a quello che per gli alchimisti era  la “quintessenza”, il quinto elemento. Una unione di elementi diversi che cerchiamo di infondere nella nostra musica”. Genere: world/progressive. Presentano il loro ultimo CD “Onirica”.

GIORGIA DEL MESE (FIRENZE) – La cantautrice Giorgia del Mese torna con il suo quarto lavoro ”Moderate tempeste”. Un disco con una potente vocazione intimista, sonorità laceranti ma non distopiche e una narrazione matura e pacificata che non lascia però mai spazio alla resa. “Moderate tempeste” è un disco solitario e solido, capace di coniugare in modo originale e autorevole la rivolta e l’adesione alle radici, in una sintesi espressiva dolente e generativa al tempo stesso. Genere: indie/rock.

Il festival, organizzato da Firenze Suona – RadiciMusic Records in collaborazione con Cambiamusica! Firenze, col patrocinio di Diramazioni Festival, è incluso nel cartellone dell’Estate Fiorentina del Comune di Firenze. L’Associazione Culturale Firenze Suona, diretta dalla scrittrice Elisa Giobbi, da anni cura e organizza eventi musicali e letterari, principalmente concerti, talk show e presentazioni di libri.

Anconella Garden – Parco dell’Anconella (via Villamagna 39d, Firenze)

Da giovedì 27 a domenica 30 agosto, ore 19

Ingresso libero

Tag:, , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: