L'operazione della Squadra mobile

Arezzo: morto per overdose, due arresti

di Redazione - - Cronaca, Top News

La Squadra Mobile è risalita al rapinatore grazie alla targa dell'auto con cui è fuggitoAREZZO – Due arresti in seguito alla morte, per overdose, di un tossicodipendente nel luglio 2019. La persona  venne ritrovata senza vita nella sua auto dopo essersi iniettato l’ultima letale dose di stupefacente. Dalle analisi del telefono rinvenuto nella disponibilità del cadavere, infatti, gli investigatori della Squadra Mobile sono risaliti a due presunti spacciatori, entrambi tunisini e con alle spalle numerosi precedenti per droga, che si dividevano il telefono utilizzato per l’attività di spaccio, lo stesso telefono con il quale venne contattato per l’ultima volta anche il tossicodipendente deceduto.

L’attività investigativa ha permesso di accertare e appurare come i due tunisini fossero un chiaro punto di riferimento dello spaccio di cocaina ed eroina soprattutto nella zona di Piazza Guido Monaco e dei giardini Porcinai, nei pressi della
panchine posizionate vicino ai bastioni. In particolare i due arrestati, a dimostrazione di una spiccata e consolidata attitudine allo spaccio, erano soliti tenere in bocca le dosi di droga già confezionate e pronte alla vendita, al fine di poter velocemente eludere, ingoiando gli involucri, eventuali controlli di Polizia.

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: