Arezzo: marocchino in motorino sulla A1 con 3,7 kg di cocaina, arrestato dalla Polstrada

Una pattuglia della polizia stradale

AREZZO – La Polizia Stradale di Arezzo ha arrestato un marocchino, residente in Italia, per detenzione e trasporto ai fini di spaccio di 3,7 kg di cocaina dopo aver individuato in A/1 tra i caselli di Valdarno e Arezzo in direzione sud, un motociclo con due persone a bordo. Il passeggero indossava un voluminoso zaino e ciò ha insospettito i due poliziotti che decidevano di procedere ad un accurato controllo. La pattuglia si affiancava al veicolo e intimava ai motociclisti di fermarsi all’interno di un’area di parcheggio sita al km 350 carreggiata sud. Durante l’ispezione il passeggero, che nel frattempo aveva posato lo zaino, si dava improvvisamente alla fuga scavalcando la rete di recinzione dell’autostrada. La pattuglia bloccava il conducente ponendolo in sicurezza e diramava le ricerche del fuggitivo alla sala operativa ed alle altre forze di polizia. Nel controllare lo zaino trovava in una scatola da scarpe tre panetti rivestiti di nastro adesivo del peso di circa un chilo ciascuno ed un quarto panetto, più piccolo degli altri, rivestito di pellicola trasparente. Tutti contenevano stupefacente tipo cocaina per un peso lordo totale di kg 3,780.
Con l’ausilio del Reparto Volo della Polizia di Stato di Firenze, che faceva immediatamente alzare in volo un elicottero, proseguivano le ricerche del fuggitivo che però riusciva a far perdere le proprie tracce. Il marocchino fermato, E.H.L. di anni 43, con pregiudizi di polizia e regolare sul territorio nazionale, veniva associato al carcere di Sollicciano, mentre il motoveicolo e la droga, che sul mercato avrebbe fruttato ai malviventi circa 400.000 euro, venivano posti sotto sequestro.

A1, cocaina, marocchino, polstrada

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080