Stadio Franchi: Pessina, no a progetti devastanti. Soprintendenza disponibile a lavorare insieme a Società viola

FIRENZE – «Credo che la proprieta’ e la societa’ viola avranno la responsabilita’ di presentare un progetto che non sia devastante sul Franchi diversamente si assumeranno la paternita’di un eventuale scempio. Spero che sul progetto si possa lavorare insieme. La disponibilita’ della sovrintendenza c’e’ e bisognavedere anche quali sono le proposte che arrivano».

Lo ha detto il sovraintendente ai Beni culturali della Citta’ metropolitana di Firenze, Andrea Pessina, parlando dei possibili progetti di ristrutturazione dello stadio ‘Franchi. Commentando i possibili effetti dell’emendamento approvato la scorsa settimana al Senato, inserito nel decreto semplificazioni, che potrebbe permettere la ristrutturazione dei cosiddetti impianti sportivi vincolati dalle sovraintendenze, Pessina ha aggiunto:  «In quanto numi tutelari dei monumenti siamo un po’ preoccupati dal passaggio che dice che da un monumento si possono selezionate singoli elementi che addirittura possano essere spostati e riproposti in scala ridotta. Aspettiamo chiarimenti dal ministero bisogna anche capire se sara’ la soprintendenza ad esaminare il progetto oppure se sara’ il ministero a livello centrale. Sono ancora fiducioso, ma naturalmente un po’ di preoccupazione c’è. Sicuramente e’ un precedente, e’ la prima volta che nelle valutazioni ai nostri uffici viene chiesto di valutare anche la sostenibilita’ economica – ha concluso Pessina – Ad oggi nella storia della tutela questo non e’ mai stato un elemento determinante. E’ un cambio di rotta, so che il dicastero di Franceschini aveva espresso parere contrario. Bisogna vedere se rimarra’ un precedente limitato a questa vicenda degli impianti sportivi o se iniziera’ a diffondersi».

Fiorentina, Pessina, Stadio Franvhi


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080