La situazione in tutt'Italia

Coronavirus, bollettino del 29 settembre: 24 morti e 1.648 contagi. Paura per il cluster del Genoa calcio

ROMA – Ventiquattro morti per coronavirus, in tutt’Italia, nelle ultime 24 ore. Ieri, 28 settembre, erano stati  sedici. E si sono registrati 1.648 nuovi casi (1.494 ieri), a fronte di 90.185 tamponi, quasi 40 mila più di ieri. Il totale complessivo dei contagiati, comprese le vittime e i guariti, sale a 313.011. Le vittime totali salgono a 35.875. Tra le regioni, quella con il maggior numero di nuovi casi è sempre la Campania (+286) seguita dal Lazio (+219) e dalla Lombardia (+203). Nessuna regione fa registrare zero casi.

Intanto c’è da aggiungere che il mondo del calcio è in subbuglio per il cluster del Genoa: 14 positivi, di cui undici calciatori e tre componenti dello staff. Salterà quasi certamente la partita che i rossoblù avrebbero dovuto disputare contro il Torino, ma c’è apprensione anche per i tamponi fatti ai giocatori del Napoli, che nell’ultimo turnop di campionato hanno affrontato, appunto, il Genoa.

I pazienti in terapia intensiva aumentano di altre 7 unità arrivando a 271, i ricoverati con sintomi di 71 unità e sono ora 3.048. In isolamento domiciliare ci sono attualmente 47.311 persone (+229), i positivi sono 50.630 (+307). I dimessi e guariti sono 226.506, aumentando di 1.316 unità.

Il Cts ha dato via libera alla possibilità di effettuare tamponi rapidi nelle scuole per la sola attività di screening. Secondo quanto si apprende, c’è stato infatti un accordo di massima nel corso della riunione sulla bozza della circolare presentata dal ministero della Salute nella quale si afferma in maniera esplicita che “ai fini esclusivi di screening è possibile utilizzare i test antigenici” nelle scuole. La circolare non era all’ordine del giorno ed è stata illustrata dai rappresentanti del ministero.

1648 nuovi contagi, 24 decessi, Bollettino del 29 settembre, calcio, Genoa


Ernesto Giusti


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080