Anniversario migranti morti Lampedusa: le Ong attaccano il governo, vogliono dettar legge loro

 ANSA / IGOR PETYX

ROMA – Le Ong, a 7 anni dalla cosiddetta strage di Lampedusa, scenderanno in piazza domani, 3 ottobre, a Roma in Piazza dei Santi Apostoli (ore 15,30), a Milano in Piazza dei Mercanti (ore 16), nella mattina a Padova, Brescia e Palermo, nel pomeriggio a Trento, Catania, Modena, Pescara e Cesena. Per protestare soprattutto contro il blocco delle navi della società civile imposto dal Governo. A Lampedusa, invece, sempre domani, si terrà alle 18 una commemorazione ecumenica nella Parrocchia San Gerlando di Lampedusa.

«Come organizzazioni di soccorso impegnate nel Mediterraneo – spiegano le Ong – vogliamo solo che le persone non siano abbandonate al loro destino in mare, come previsto da Convenzioni internazionali sottoscritte anche dall’Italia. Vogliamo che la vita umana possa valere di più di ogni altra cosa. Vogliamo esercitare il nostro diritto ad essere solidali, in mare come a terra, verso chi chiede aiuto. Bloccare, con pretesti tecnico-burocratici, tutte le navi del soccorso civile e i mezzi aerei di monitoraggio mette il Governo italiano in una posizione che contraddice quei principi di legalità e umanità che i suoi ministri dichiarano davanti al Paese. Chiediamo un confronto serio con il Governo italiano, senza negare la complessità della situazione dovuta alla pandemia e alla posizione geografica dell’Italia. Siamo convinti che su tutto si possano trovare mediazioni, ma non sulla vita delle persone e sul soccorso, al quale tutti hanno diritto. Chiediamo il riconoscimento istituzionale, non solo a parole ma attraverso una pratica sottoscritta dai Ministeri competenti, del valore e dell’obbligo della necessità del soccorso in mare, la fine del blocco delle navi e degli aerei delle organizzazioni della società civile europea. Chiediamo l’immediata assistenza e assegnazione di un porto sicuro entro le 24 ore per tutti i mezzi navali che si trovassero a operare soccorsi in mare, al di là della loro classificazione, la riattivazione di un meccanismo europeo per la salvaguardia della vita in mare lungo la rotta del Mediterraneo centrale», termina il comunicato

anniversario, Governo, lampedusa, ong


Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080