Skip to main content

Francia nel terrore: ferito a Lione un prete ortodosso. Fermato un sospetto

LIONE – Francia ancora nel terrore: a Lione, oggi 31 ottobre, è stato ferito un prete ortodosso, di nazionalità greca. Colpito con un’arma da fuoco. Secondo quanto si apprende dalla tv Bfm, il prete, che ha 52 anni, è stato colpito da un uomo armato di fucile mentre stava chiudendo la chiesa. Il religioso sarebbe in prognosi riservata ma cosciente. Il procuratore della Repubblica di Lione, Nicolas Jacquet, ha annunciato stasera il fermo di un sospetto.

«Una persona che può corrispondere alla segnalazione dei primi testimoni è stata posta in stato di fermo», ha detto il procuratore, precisando che il sospetto non era in possesso di armi al momento del fermo. Verifiche sono in corso sul suo eventuale coinvolgimento nei fatti, si è appreso dalla procura.

L’inchiesta per tentato omicidio dopo il ferimento del prete ortodosso di Lione resta alla polizia anticrimine di Lione e non passa all’antiterrorismo di Parigi. Sulla vicenda, il sindaco di Lione, Gregory Doucet, ha detto ai giornalisti che nessuna pista viene privilegiata e nessuna esclusa, al momento. Stando a fonti citate dalla tv Bfm, il prete ferito stava per lasciare la diocesi lionese in seguito a diverse dispute con persone della sua comunità.



Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741