Campania zona rossa, De Luca attacca: «Governo genera caos, vada a casa. Di Maio parla, parla»

Vincenzo De Luca

NAPOLI – Anche la Campania, come la Toscana, diventa zona rossa. Arrabbiatissimo con il governo il presidente, Vincenzo De Luca, in diretta Facebook, che attacca: «Fatti salvi 3-4 ministri non è un governo, anziché andare allo sbaraglio sarebbe meglio avere un Governo che non produca il caos che è stato prodotto in Italia. In queste condizioni meglio mandare a casa il Governo.  Se bisogna stare al governo con questi personaggi sarebbe meglio mandare a casa questo governo – ha sottolineato –  perchè non è tollerabile, ho detto a qualche esponente del Pd, alcun rapporto di collaborazione con ministri come Spadafora che ha raccontato bestialità o con il signore di cui ho fatto il nome (Luigi Di Maio, ndr) che ho sfidato ad un dibattitto pubblico già anni fa e rinnovo l’invito in diretta tv sperando che non faccia il coniglio come ha fatto nei 3-4 anni precedenti».

Poi De uca fa direttamente il nome e chiama in causa il ministro Luigi Di Maio e le sue dichiarazioni sulla Campania: «Di Maio era quello che ha criticato la nostra scelta degli ospedali modulari perché secondo lui si sprecava denaro pubblico, è uno degli
esponenti di Governo che avrebbe dovuto impegnarsi per fare arrivare il personale medico. Voleva continuare a tenere il
commissario in Campania, così avremmo fatto la fine peggio della Calabria. E parla, parla. Mi voglio fermare perché il solo nome
di questo soggetto mi procura reazioni di istinto che vorrei controllare almeno per le prossime ore».

campania, Governo, Luigi Di Maio, Vincenzo De Luca, zona rossa

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080