I dati del bollettino della Regione

Coronavirus in Toscana: 44 morti (età media 84 anni) oggi 15 novembre. Continua la strage dei nonni. E 2.653 nuovi contagi

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Primo piano, Salute e benessere

Festa Nazionale dei nonni 2015

Coronavirus: 44 morti con età media di 84 anni, oggi 15 novembre. Nuova strage di nonni in Toscana

FIRENZE – Forse ha ragione il presidente della Regione, Eugenio Giani: la Toscana non uscirà dalla zona rossa prima di metà dicembre. In effetti, anche il bollettino di oggi, domenica 15 novembre, offre una situazione assai allarmante: ben 44 morti per coronavirus. Di cui 26 uomini e 18 donne con età media di 84 anni. Una nuova strage di nonna. Mentre sono 2.653 i nuovi contagi: 1.870 identificati in corso di tracciamento e 783 da attività di screening. Complessivamente, i positivi toscani da inizio pandemia sono quasi 80mila: esattamente 79.403.

Anche oggi, come detto, è altissimo il numero dei morti: 44. Gli uomini sono 26 e le donne 18. Età media 84 anni. Ripeto: una vera strage di persone anziane, ossia di nonni forse già colpiti da altre patologie, ma sicuramente falciati dal maledetto virus. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 17 a Firenze, 4 a Prato, 8 a Pistoia, 4 a Massa Carrara, 1 a Lucca, 5 a Pisa, 3 a Livorno, 2 a Arezzo.
Sono 1.879 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 687 a Firenze, 107 a Prato, 149 a Pistoia, 231 a Massa Carrara, 195 a Lucca, 183 a Pisa, 121 a Livorno, 100 ad Arezzo, 52 a Siena, 37 a Grosseto, 17 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione. Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 50,4 x100.000 residenti contro il 74,0
x100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (118,5 x100.000), Firenze (67,9 x100.000) e Pistoia (50,9 x100.000), il
più basso a Grosseto (16,7 x100.000).

In Toscana sono 79.403 i casi di positività al Coronavirus, 2.653 in più rispetto a ieri (. I nuovi casi sono il 3,5% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 5,7% e raggiungono
quota 25.216 (31,8% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.331.924, 18.737 in più rispetto a ieri. Sono 8.496 i soggetti testati (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 31,2% è risultato
positivo. A questi si aggiungono i 2.007 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 52.308, +2,4% rispetto a ieri. I ricoverati sono 2.008 (63 in più rispetto a ieri), di cui 274 in terapia
intensiva (8 in più).

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri. Sono 22.749 i casi complessivi ad oggi a Firenze (500 in più rispetto a ieri), 6.996 a Prato (260 in più), 6.656 a Pistoia (285 in più), 4.601 a Massa (364 in più), 7.397 a Lucca (219 in più), 11.080 a Pisa (342 in più), 5.622 a Livorno (162 in più), 7.727 ad Arezzo (259 in più), 3.387 a Siena (104 in più), 2.633 a Grosseto (158 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. Sono 1.045 quindi i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 1.087 nella Nord Ovest, 521 nella Sud est.

La Toscana si trova all’8° posto in Italia come numero di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 2.129 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 1.896 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 2.715 casi x100.000 abitanti, Pisa con 2.644, Massa Carrara con 2.361, la più bassa Grosseto con 1.188. Complessivamente, 50.300 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (1.184 in più rispetto a ieri, più 2,4%). Sono 43.084 (824 in meno rispetto a ieri, meno 1,9%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 14.553, Nord Ovest 17.683, Sud Est 10.848).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 2.008 (63 in più rispetto a ieri, più 3,2%), 274 in terapia intensiva (8 in più rispetto a ieri, più 3%). Le persone complessivamente guarite sono 25.216 (1.362 in più rispetto a ieri, più 5,7%): 1.666 persone clinicamente guarite (111 in più rispetto a ieri, più 7,1%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato
manifestazioni cliniche associate all’infezione e 23.550 (1.251 in più rispetto a ieri, più 5,6%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Tag:, , , , ,

Ernesto Giusti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: