Legge di Bilancio: sgravi per le assunzioni delle donne. E rimborsi esentasse per il cashback

Un pagamento POS con carta di credito ANSA / ETTORE FERRARI

ROMA – Si sta ampliando la manovra del governo sulla legge di Bilancio che dovrebbe essere inviata fra lunedì 16 e martedì 17 novembre alle Camere. C’è stata, in proposito, una nuova riunione del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, con i capidelegazione di maggioranza e il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri per chiudere il provvedimento. Sale a 248 articoli la bozza della legge di Bilancio che il governo dovrebbe presentare alle Camere all’inizio della settimana. Entrano in manovra, come annunciato dal ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, sgravi al 100% per l’assunzione delle donne.

I rimborsi in arrivo per chi paga con carte e bancomat previsti dal piano per il cashback saranno esentasse. E’ quanto si legge nella bozza che, nella norma in cui limita anche la lotteria degli scontrini ai soli pagamenti elettronici, precisa che i rimborsi attribuiti non concorrono a formare reddito e non sono assoggettati ad alcun prelievo erariale. Il nuovo meccanismo, parte del più generale Piano Italia Cashless, dovrebbe applicarsi dai pagamenti tracciabili del mese di dicembre: secondo quanto indicato nella bozza del decreto attuativo, i primi rimborsi – fino a 150 euro sulle spese di Natale – dovrebbero arrivare nel mese di febbraio e poi a cadenza semestrale. Previsti anche due ‘superpremi’ l’anno da 1.500 euro ciascuno ai primi 100mila che utilizzano più volte la moneta elettronica.

Cashback, Governo, legge di bilancio, manovra, sgravi per assunzioni donne


Ernesto Giusti


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080