Maltempo in Toscana: gli interventi dei vigili del fuoco

Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco per le situazioni critiche causate dal maltempo nella regione. ecco un elenco sommario.

FIRENZE – L’Arno ha superato il primo livello di guardia a Firenze, toccando i 3.19 metri alla stazione di Firenze Uffizi. La piena non preoccupa e nel tardo pomeriggio dava già segnali di attenuazione.

PISA – a Pisa nell’arco di 24 ore, determinando allagamenti in alcune zone della città. Situazione più critica nel quartiere di San Marco – San Giusto, dove si è allagata via Montanelli, nel tratto finale, via Cerboni, via Cappuccini e via di Goletta. Tutte le strade allagate sono state chiuse della Protezione Civile con l’ausilio della Polizia Municipale e gli uomini della Protezione Civile sono al lavoro da stamani per liberare le strade maggiormente allagate, intervenendo a macchia di leopardo nelle situazioni più critiche con le operazioni di pompaggio dell’acqua. Le zone più colpite risultano Tirrenia e Marina di Pisa con interventi relativi a Rimozione di alberi e piccoi allagamenti. 30 gli interventi effettuati e 20 quelli ancora in attesa.

SIENA – Sono 33 gli interventi effettuati dai vigili del fuoco in provincia di Siena principalmente nelle zone di Siena, Radicondoli, Rapolano Terme, Monticiano, S.Casciano dei Bagni e Abbadia San Salvatore per gronde pericolanti, alberi e rami caduti.

LUCCA – Monitoraggio stretto per la situazione dei corsi d’acqua in provincia di Lucca. Il Serchio, pur ingrossato, è al primo livello di guardia a Monte San Quirico ma è sotto controllo. Preoccupano di più gli affluenti come la Lima, che ha superato il primo livello di guardia in un paio di stazioni. La forte pioggia ha portato all’allagamento di diverse strade a Viareggio. Emergenza maltempo anche nel comune di Seravezza, con danni a una casa dove è crollato il tetto. Parzialmente isolata in mattinata la frazione di Minazzana per la caduta di alcuni alberi che hanno provocato il distacco di cavi dell’energia elettrica

MASSA- Nel pomeriggio di sabato c’è stata una frana a Montignoso, in provincia di Massa Carrara. Si è mossa una grossa porzione di terreno, travolgendo un’auto parcheggiata. Non si segnalano danni a persone, sono intervenuti  Protezione Civile e vigili del fuoco.

LIVORNO – Allagamenti e torrenti ingrossati in varie parti del territorio del Comune di Livorno dove sono caduti 74 mm di pioggia in 24 ore, di cui 44 mm solo nelle ultime tre ore. Il sindaco Luca Salvetti è con le squadre di Protezione civile per monitorare le zone più critiche.

Attivato anche il consorzio di bonifica. Il guado del Rio della Puzzolente, alle spalle della città, è stato chiuso al passaggio nelle scorse ore. La Protezione civile della Provincia informa che a causa delle abbondanti piogge si stanno verificando allagamenti lungo la Sp 555 via delle Colline e la Sp 4 via delle Sorgenti, nei pressi di Nugola.
Le strade potrebbero essere chiuse al transito qualora la situazione peggiorasse. Sul posto sono in azione le squadre di operai provinciali e la polizia provinciale monitora il traffico. La Sp 9 via del Castellaccio rimarrà chiusa per tutta la durata dell’allerta arancio. Lungo la statale Aurelia, nel tratto in prossimità di Castel Sonnino, la pioggia sta dilavando fango da un cantiere sulla carreggiata, rendendo l’asfalto scivoloso.

I vigili del fuoco comunicano che alle ore 18 di ieri sera sono stati effettuati in provincia 60 interventi, 15 sono in attesa e 8 sono attualmente in corso. A supporto del personale di Livorno anche una squadra proveniente dal comando di Firenze. Le tipologie di intervento son state prevalentemente alberi e rami caduti, antenne e tegole pericolanti, infiltrazioni di acqua e tetti danneggiati. Le zone più colpite Livorno centro, Stagno Collesalvetti e Cecina.

interventi, maltempo, Vigili del Fuoco

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080