Venezia: finalmente si alza il Mose, il flop delle previsioni

Le barriere del Mose a Venezia ANSA/US CONSORZIO VENEZIA NUOVA

VENEZIA – Si chiude (anzi si alza) la stalla quando sono scappati i buoi. Le paratie si alzano quando ormai Venezia è stata sommersa. Qualcosa non ha funzionato. Sono iniziate alle 3 le operazioni di innalzamento delle paratoie del Mose, in vista della massima di marea prevista (125-130 centimetri) per questa mattina a Venezia. Lo confermano fonti del Comune.

Ieri il meteo ha messo sotto scacco il Mose, facendo finire Venezia sono 138 centimetri di acqua. E’ bastata una rapida evoluzione in negativo delle condizioni meteorologiche, con forti venti di scirocco e il mare non in grado di ricevere la spinta della laguna per lo scarico a valle dei fiumi ingrossati dalla pioggia, per buttare letteralmente al vento le performance delle paratoie da ottobre a oggi. Da una previsione di 125 centimetri si è arrivati nel pomeriggio a un livello eccezionale superiore di 13 centimetri ai calcoli dei tecnici.

Mose, paratie, venezia


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080