Vaccino day in Toscana: Montedomini dopo Careggi. Poi Prato, Pistoia, Livorno

FIRENZE – Il governatore Eugenio Giani e gli assessori impegnati a tagliare l’ideale nastro del vaccino a Firenze e in Toscana. Dopo i primi di Careggi, ecco Montedomini, l’antica Pia Casa di lavoro di Firenze, storica Residenza per anziani. Eppoi un susseguirsi di vaccinazioni in Tutta la Toscana: Prato, Pistoia, Livorno e negli altri ospedali indicati dalla Regione.

Marco, 64 anni, Paolo, di 74, e Ferdinando, 69 anni, sono tra gli ospiti della Rsa Montedomini di Firenze, che oggi, 27 dicembre, hanno ricevuto per primi il vaccino anticovid in Toscana. La struttura fiorentina è infatti la prima Rsa della Toscana dove è stato somministrato il vaccino a 30 tra ospiti, autosufficienti e non, e operatori. Per Marco, ex barman da circa un anno ospite di Montedomini, «dai vaccini siamo passati un po’ tutti, per me è una cosa naturale. L’importante è che sia un contrasto valido per il Coronavirus ma sono fiducioso. Facevo il barman, e sono sempre stato abituato a stare in mezzo alla gente, anche quella che conta».

Anche da qui la voglia di essere tra i primi a vaccinarsi e cogliere subito questa occasione senza paura. Paolo, ex portiere di uno stabilimento tessile a Prato e dal 2004 a Montedomini, sottolinea che il vaccino è una puntura normale, ha firmato la liberatoria perché non vedevo nessun rischio, sono fiducioso. E’ una cosa che consiglia a tutti. «Sono sicuro che male non farà – dice Ferdinando, da 10 anni a Montedomini ed ex direttore commerciale di un’azienda di tessuti -, essendo facoltativo ne ho approfittato subito. Ci sono tante persone che lo hanno fatto subito e sta andando bene».

Da Careggi, le altre 580 dosi hanno preso destinazione Firenze al San Giovanni di Dio e alla RSA Montedomini. E nel resto della
Toscana hanno raggiunto gli ospedali San Iacopo di Pistoia, al Santo Stefano di Prato, al San Giuseppe di Empoli, all’Aou di Pisa, all’ospedale di Livorno, al San Luca di Lucca, all’ospedale delle Apuane a Massa, all’Aou delle Scotte di Siena, al San Donato di Arezzo, all’ospedale Misericordia di Grosseto e all’unica Rsa. Ad accogliere i vaccini a Torregalli c’era la vicepresidente della Regione Stefania Saccardi, a Montedomini il presidente Giani e l’assessore al sociale Serena Spinelli, a Siena e Arezzo l’assessore Simone Bezzini, a Grosseto l’assessore Leonardo Marras, a Massa il consigliere speciale del presidente Giacomo Bugliani e il consigliere del presidente per le vaccinazioni Angelo Zubbani, a Prato l’assessore Stefano Ciuoffo, a Pistoia e Livorno il presidente Giani, a Lucca l’assessore Stefano Baccelli, a Empoli il presidente della commissione sanità Enrico Sostegni, a Pisa l’assessore Alessandra Nardini e il presidente del consiglio regionale, Antonio Mazzeo.

grosseto, Livorno, lucca, massa carrara, montedomini, pisa, pistoia, prato, siena, Toscana, vaccino Day


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080